Il mondo del Nuoto è in lutto. La scorsa notte, in un tragico incidente stradale, è morto Stefano Iacobone, 31 anni, ex campione azzurro che nel 2009 aveva stabilito il record italiano nella specialità 4×100 mista in vasca corta, L'atleta è finito fuori strada con la sua auto lungo l'ex statale 42, a Treviglio, popoloso centro in provincia di Bergamo. Lo schianto, violentissimo, non gli lasciato scampo. La notizia è stata diffusa, con una nota, dalla Federazione italiana nuoto.

L'incidente

Stefano Iacobone, originario di Milano e residente da tempo a Treviglio, è morto in un incidente stradale questa notte, intorno alle 2, lungo l'ex statale 42 che porta a Bergamo. Il giovane rientrava a casa dopo una serata trascorsa con alcuni amici nella vicina Arcene. La sua auto, una Peugeot 207, improvvisamente ha sbandato invadendo la corsia opposta e terminando la corsa contro un guardarail vicino alla concessionaria Daihatsu, proprio alle porte di Treviglio.

Sul posto sono intervenuti subito i mezzi del 118 (un'auto medica e la Croce Rossa di Treviglio), i carabinieri della locale stazione, gli uomini della polizia stradale ed i vigili del fuoco (che hanno provveduto a mettere in sicurezza l’area). I tempestivi soccorsi, però, sono stati vani:Stefano Iacobone è infatti morto subito. Secondo le prime ricostruzioni, l'ex nuotatore azzurro è stato tradito da un colpo di sonno.

Stefano, che lascia nel dolore i genitori, il fratello e la fidanzata, era molto noto ed amato a Treviglio.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Qui, infatti, da qualche tempo lavorava come istruttore nella piscina comunale.

Campione azzurro

Stefano Iacobone amava nuotare e l'acqua era la sua vita. Attualmente tesserato per la società Master Melzo Nuoto, in passato ha gareggiato con il Team Lombardia MGM e sotto la guida tecnica di Stefano Morini (coach, tra gli altri campioni olimpici Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri), ai tempi dell'Ispra Nuoto di Varese, era riuscito ad imporsi nel 100 farfalla; nel 2009 aveva stabilito il record italiano della specialità 4×100 mista in vasca corta e, più di una volta, durante gli Europei, era salito sul gradino più alto del podio.

A livello individuale, Stefano, deteneva il 14° crono all-time a livello nazionale (con 52"98) ed il 34° nei 200 (con 2'00"20).

Sul sito della Federazione italiana nuoto, in una nota, il presidente Paolo Barelli, unitamente ai presidenti onorari Salvatore Montella e Lorenzo Ravina e agli altri vertici e componenti del movimento natatorio azzurro, ha voluto esprimere le sue più sentite condoglianze.

I funerali di Stefano verranno celebrati lunedì 25 marzo, sempre a Treviglio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto