Dopo 27 anni di coma vegetativo una mamma si è risvegliata sentendo la voce del figlio. La donna, Munira Abdulla, una 32enne degli Emirati Arabi Uniti, era rimasta gravemente ferita a seguito di un incidente stradale ed è stata quotidianamente accudita dal figlio, che all’epoca dei fatti aveva 4 anni, il quale non ha mai smesso di credere nella possibilità di ripresa della madre.

Lo straordinario evento si è verificato lo scorso anno in Germania, dove la donna era stata trasferita per essere sottoposta a nuove cure, ma è stato reso noto solo in questi giorni grazie ad un’intervista al figlio Omar pubblicata dal quotidiano The National di Abu Dhabi.

Pubblicità
Pubblicità

Si risveglia dal coma 27 anni dopo l’incidente

Era il 1991 quando Munira, che era andato a prende il figlio a scuola, rimase vittima di un incidente. L’auto sulla quale viaggiava, guidata dal cognato, andò a schiantarsi contro un autobus causandole gravi ferite ma lasciando illeso il piccolo Omar, grazie alle braccia della madre che lo avevano protetto dall’urto. I soccorsi arrivarono con molto ritardo e la donna entrò in uno stato di coma, pur essendo in grado di percepire il dolore.

Si risveglia dal coma dopo 27 anni
Si risveglia dal coma dopo 27 anni

Inizia così il peregrinare di Munira da un ospedale all’altro, anche in Europa, nella speranza di trovare una terapia in grado di farla uscire dal suo stato vegetativo, ma senza risultati. Ritornata in patria, il piccolo Omar, nel frattempo cresciuto, non smette di accudirla e di farle sentire la sua voce credendo fortemente nella possibilità che sua mamma rientrasse nella casistica (15-20%) delle persone che si risvegliano dal coma. Cosa che è effettivamente avvenuta nel 2018, dopo 27 anni di buio, sentendo la voce del figlio che discuteva col personale dell’ospedale a causa di un malinteso.

Pubblicità

Per le cure in Germania, decisivo l’intervento del principe

L’ospedale in questione era quello di Bad Aibling, in Germania, dove la donna era stata trasferita nel 2017 grazie all’interessamento della Corte del Principe della Corona, un ente governativo di Abu Dhabi, che ha offerto alla famiglia una somma in denaro affinché fosse trasferita in Germania per essere sottoposta ad interventi chirurgici e specifiche fisioterapie per la rivitalizzazione dei muscoli di braccia e gambe che, nel frattempo, si erano atrofizzati.

Fino a quando è arrivato il giorno tanto atteso in cui Munira ha ricominciato a comunicare con la sua famiglia.

Ora, la mamma di Omar è ritornata negli Emirati Arabi dove si sta sottoponendo a fisioterapie per ritornare ad una vita il più possibile vicina alla normalità, anche perché il suo cervello è stato solo parzialmente lesionato dall’incidente di 27 anni fa.

Leggi tutto e guarda il video