Negli Stati Uniti sale l'allarme per l'encefalite equina dell'Est (spesso abbreviata con l'acronimo EEE), il virus trasmesso dalle zanzare che può colpire il cervello umano causando anche la morte. La prima allerta era stata lanciata qualche giorno fa dai funzionari del Dipartimento della Salute dello stato della Florida. Ora, anche il Massachusetts Department of Public Health, come riportato dall'edizione online della CNN, ha dichiarato che sette città devono essere considerate "high risk" (ad alto rischio).

EEE: si estende il rischio

Una settimana fa, le autorità sanitarie dello stato della Florida (Usa) hanno lanciato il primo, preoccupante, alert relativo all'encefalite equina orientale (in inglese: Eastern equine encephalitis). Questo virus a RNA trasmesso dagli insetti (in particolar modo dalle zanzare) è considerato molto pericoloso: colpisce, infatti, il cervello umano provocando edema ed infiammazioni che - nei casi più gravi - possono condurre anche al decesso.

Gli esperti del Dipartimento della Salute, durante i periodici accertamenti, hanno rilevato - nella Contea di Orange (di cui Orlando è il capoluogo) - il contagio su un gruppo di 'galline sentinella'. Le galline sentinella, ricordiamo, vengono regolarmente testate al fine di individuare, in una determinata area, un'eventuale emergenza legata ad agenti patogeni insidiosi (come l'EEE o come il virus del Nilo occidentale).

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera Salute

L'Eastern equine encephalitis, a quanto pare, si sta muovendo ed estendendo: il rischio di contagio, infatti, ha già superato i confini della Florida. Nelle scorse ore, i responsabili del Massachusetts Department of Public Health hanno provveduto a dichiarare sette città poste nel settore Sud-Est "ad alto rischio" di EEE. Il virus,negli ultimi mesi, è già stato rilevato in ben 92 campioni di zanzare e un terzo di questi insetti appartiene a dei ceppi che possono veicolare il virus all'uomo.

Per ora non sono stati registrati casi di encefalite equina nella popolazione, ma il commissario alla Salute Pubblica Monica Bharel in una nota ha comunicato: "Abbiamo deciso di elevare il livello di rischio in quanto ad inizio stagione abbiamo riscontrato più attività di quella registrata solitamente".

Che cos'è la EEE

L’encefalite equina dell’Est (appartenente al genere Aplhavirus e alla famiglia delle Togaviridae) è una grave infezione del cervello e, come già detto, può essere provocata dalla puntura di zanzare infette.

I sintomi del virus che può esser mortale compaiono solitamente dopo 4-10 giorni e sono: vomito, febbre alta, mal di testa, diarrea, disorientamento e, infine, coma. L''epidemiologa Catherine Brown, invitando la popolazione, ad adottare tutte le precauzioni del caso ha dichiarato alla stampa: "Prendiamo seriamente la diffusione dell'EEE e siamo molti preoccupati".

Negli Usa, ogni anno, vengono accertati in media 7 casi di encefalite equina orientale negli esseri umani.

La malattia, come sottolineato dai Centri per la prevenzione e il controllo delle malattie (Centers for Disease Control and Prevention) può essere fatale per circa il 30% dei contagiati. Chi, sopravvive, però, molto spesso, riporta gravi problemi neurologici.

.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto