Si sono vissuti momenti di paura nel primo pomeriggio di oggi, mercoledì 11 settembre, in pieno centro a Brindisi, precisamente in via Giovanni XXIII, dove all'improvviso è andato a fuoco un appartamento. Il tutto sarebbe avvenuto intorno alle ore 14:00. Secondo quanto si apprende dalla stampa locale, pare che l'immobile in questione sia utilizzato come deposito da una persona residente nelle vicinanze.

Il denso fumo ha immediatamente invaso l'abitazione, finendo al piano superiore e raggiungendo anche le palazzine vicine, che comunque non hanno subito alcun danno. Sul posto, immediatamente, si sono recati i Vigili del Fuoco del comando provinciale, che hanno avuto la meglio sulle fiamme. Le cause del rogo sono tutt'ora in fase di accertamento.

Incendio causato forse da una batteria in carica

I pompieri ritengono che il rogo sia partito da una batteria che era in carica.

Questa, a causa di un cortocircuito, avrebbe preso fuoco. All'interno della stessa stanza, che si trova su un piano rialzato, vi era anche un aereo ultraleggero scomponibile. Le persone che abitano vicino l'immobile andato a fuoco sono scese in strada, questo per poter capire meglio cosa fosse successo. In via Giovanni XXIII sono arrivati anche i tecnici di Enel Gas, i quali hanno provveduto a chiudere tutte le tubature delle abitazioni circostanti.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Cronaca Nera

Fortunatamente il rogo non ha fatto registrare vittime o feriti, per cui nessuno ha fatto ricorso alle cure dei sanitari. I Vigili del Fuoco tramite la cosiddetta scala italiana, facendo uso di bombole d'ossigeno, hanno raggiunto il tetto dell'abitazione, mentre i loro colleghi operavano già al suo interno. Dopo pochi minuti sul luogo del fatto di cronaca sono giunti l'autoscala e l'autobotte.

Chiusa via Taranto

Nel frattempo, mentre le operazioni di spegnimento andavano avanti, la vicina via Taranto, all'angolo con via Barletta, è stata chiusa dagli agenti della Polizia Locale, che hanno gestito la viabilità nella zona.

Sul posto si sono recati anche i militari della Polizia di Stato, insieme ai carabinieri del nucleo provinciale e alla Guardia di Finanza. Sicuramente su questo increscioso episodio ci saranno ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni. Le indagini proseguono spedite per sapere che cosa sia realmente successo quest'oggi al centro di Brindisi. I media locali hanno diffuso le immagini dell'abitazione in fiamme, dove si vede, infatti, la colonna di fumo che sale verso il cielo.

La stessa era visibile per decine di metri. Inoltre la casa in questione si trova esattamente al civico 34. Dopo che la zona è stata messa in sicurezza dai pompieri, tutti sono rientrati nelle proprie abitazioni, tirando un sospiro di sollievo. Adesso la situazione sarebbe tornata alla normalità.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto