Erminio F., presunto stalker di Cinzia Paglini, cantante napoletana 56enne, ieri sera è intervenuto a Chi l'ha visto? e ha detto, tra le altre cose: "Mi ero innamorato di lei". L'uomo martedì è stato condannato a 2 anni e 6 mesi, una sentenza che ha lasciato l'amaro in bocca all'artista, che nei giorni scorsi si era anche allontanata da casa per paura. Poco prima di sparire Cinzia aveva raccontato il suo dramma a Barbara D'Urso durante la trasmissione pomeridiana Pomeriggio Cinque.

Il caso Cinzia Paglini

La trasmissione Rai Chi l'ha visto? nella puntata in onda mercoledì 13 novembre si è occupata anche del caso della cantante Cinzia Paglini.

La donna, qualche giorno fa, in vista del processo a carico del suo presunto stalker Erminio F. (che si è svolto martedì 12 novembre) si era allontanata dalla sua abitazione di Fuorigrotta, quartiere residenziale di Napoli, facendo preoccupare non poco la figlia Mariagrazia. Fortunatamente la scomparsa si è risolta positivamente dopo tre giorni di ricerche, quando Cinzia è stata trovata in un ospedale del capoluogo campano in evidente stato confusionale. La donna, che in passato aveva anche tentato il suicidio, ha raccontato di essersi allontanata da casa perché non sopportava più la pressione per l'imminente processo a cui avrebbe dovuto partecipare.

"Per due giorni - ha spiegato - ho camminato senza dormire: quando sono crollata sono finita in ospedale".

Sebbene dal punto di vista giudiziario la vicenda possa definirsi conclusa, Cinzia ancora non ha ritrovato il sorriso. Il suo stalker, infatti, è stato condannato con rito abbreviato solo a 2 anni e sei mesi, ma potrebbe continuare a rimanere agli arresti domiciliari. Il pm aveva chiesto il massimo della pena, 4 anni e 8 mesi di reclusione, dunque la sentenza ha deluso non poco Cinzia, la figlia e nonna Margherita.

Davvero te la sei persa?
Clicca il bottone sotto per rimanere aggiornato sulle news che non puoi perdere, non appena succedono.
Cronaca Nera

Erminio, in passato, era già evaso dai domiciliari e, nonostante i divieti, ha comunque continuato ad utilizzare i social. La cantante di "Complicato amore" si è detta preoccupata e spaventata. "Se lui torna libero, mi farà del male: ho paura".

'Non sono mai stato insistente'

Durante la puntata di Chi l'ha visto? andata in onda ieri sera, la redazione ha mostrato un'intervista al presunto stalker Erminio. L'uomo, con a fianco il suo legale, ha riconosciuto di avere vari account internet (alcuni con nomi più che discutibili, come "Stracciamutande") e di averli utilizzati per contattare Cinzia Paglini.

Poi, incalzato dalle domande dell'inviata, ha ammesso di essere stato "un po' innamorato" della cantante, ma di non essere mai stato insistente e di non esser mai entrato nella sua abitazione (come, invece, risulterebbe dagli atti processuali).

Relativamente agli insulti e alle pesanti minacce a sfondo sessuale (anche questi portati come prova a processo), Erminio, pur riconoscendo la gravità delle sue affermazioni, ha continuato a giustificarsi dicendo di essere stato provocato telefonicamente da Cinzia.

Novità video - Venezia, Zaia a Sky Tg24: "E' un autentico disastro"
Clicca per vedere

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto