Ennesima tragedia sulle strade di Roma. La mattina dell’ultimo giorno dell’anno, verso le 8.15 si è registrato ancora una volta un incidente mortale. Luogo della disgrazia, via Cernaia, all’incrocio con via Paolo Barbieri. Si tratta di una zona nei pressi di Porta Pia, in centro, a due passi da piazza della Repubblica, poco distante dalla sede del Ministero delle Finanze. Due i mezzi coinvolti: uno scooter Honda SH125 ed un autocarro del Servizio Giardini della Capitale: ad avere la peggio è stato l’uomo sul motorino, un 43enne originario di Napoli, che è morto sul colpo.

La persona alla guida del mezzo pesante si è immediatamente fermata ed ha chiamato il centralino del 118 che ha subito mandato un’ambulanza sul posto, ma, nonostante la tempestività dei soccorsi, per la vittima non c’era ormai più nulla da fare, viste le gravi ferite riportate.

Non è ancora certa la dinamica dell’incidente

Non è ancora chiara la dinamica dei fatti, su cui indagano gli uomini della polizia locale appartenenti al Primo Gruppo Centro. A quanto pare lo scooter si stava immettendo su via Cernaia, quando è avvenuto l’impatto con l’autocarro: per tutta la mattinata gli inquirenti hanno effettuato accertamenti sul luogo per chiarire cosa sia esattamente avvenuto.

Il mezzo pesante appartiene alla struttura del Dipartimento Tutela Ambiente del Comune, che si occupa della manutenzione di tutte le aree verdi della Capitale. Alla sua guida c’era un dipendente di 56 anni, che è stato accompagnato all’ospedale Santo Spirito, dove è stato sottoposto ai test per verificare l’eventuale assunzione di alcol o sostanze stupefacenti, come prevedono le procedure per casi simili.

Un anno nero sulle strade della Capitale

Si conclude con l’ennesima vittima quello che è stato un anno nero sulle strade di Roma: solo nel 2019 ci sono stati circa 30mila incidenti di vario tipo, che hanno provocato circa 120 morti.

Ormai noto è il caso di Gaia e Camilla, le due 16enni investite in corso Francia lo scorso 21 dicembre dal Suv guidato da Pietro Genovese, ventenne figlio del regista Paolo: ma questa vicenda, di cui si è parlato molto vista l’età dei protagonisti e la dinamica ancora poco chiara, è stata solamente la punta dell’iceberg di una situazione davvero drammatica.

Tuttavia, rispetto al 2018, sono aumentati del 20% gli individui denunciati perché alla guida in stato di ebbrezza: infatti l’alcol – insieme all’uso di droga, alla disattenzione ed ai colpi di sonno – è tra le principali cause dei sinistri. Intanto dal Comune è arrivata la notizia di un aumento dei controlli da parte che dei vigili urbani, previsto nei prossimi mesi, mentre 29 nuovi autovelox saranno installati nelle vie più trafficate e pericolose di Roma.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!