Camminava sul ciglio della strada, nonostante l’ora tarda e la fitta nebbia che riduceva al minimo la visibilità per gli automobilisti. Un’imprudenza che ha pagato con la vita: infatti, poco dopo le tre e mezza della notte tra sabato 18 gennaio e domenica 15, un uomo di 35 anni è stato investito da un’auto pirata sulla provinciale 143, nel tratto tra Stupiningi ed Orbassano, nella periferia di Torino.

L’incidente è avvenuto in una zona tristemente nota alle cronache, per gli episodi simili accaduti in passato.

La persona alla guida del mezzo non si è fermata a prestare soccorso, subito dopo la tragedia, ed ha fatto perdere le proprie tracce: così è partita una caccia all’uomo da parte dei carabinieri della Compagnia di Moncalieri, che indagano sulla vicenda.

La dinamica dell’incidente compiuto dall’auto pirata

La vittima del pirata della strada si chiama Franko Gjinaj, un albanese residente in provincia di Cuneo. Secondo quanto emerso dai primi rilievi, il 35enne stava camminando sul ciglio della provinciale quando è sopraggiunto il mezzo che l’ha investito, uccidendolo sul colpo.

Il suo corpo è stato ritrovato all’alba da un passante, che ha immediatamente chiamato i soccorsi: ma, una volta giunti sul posto, gli uomini del 118 non hanno potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo.

Gli inquirenti non escludono che, data la fitta nebbia che era scesa in zona in quelle ore, il conducente possa pure non essersi accorto di aver investito una persona; quindi potrebbe non essersi fermato a prestare aiuto per questa regione.

La caccia al pirata della strada in tutta la provincia

Immediatamente i militari dell’Arma si sono attivati per individuare il veicolo che ha travolto la vittima, anche se il mezzo non sembra aver lasciato nessuna traccia del suo passaggio. Infatti il tratto di strada in cui è avvenuta la tragedia è privo di telecamere di sicurezza, mentre quelle presenti nelle vicinanze hanno fornito immagini poco chiare, data la nebbia.

Diversi posti di blocco sono stati istituiti in tutta la provincia, ma al momento non ci sono notizie del pirata della strada. Nelle prossime ore potrebbe essere la stessa persona alla guida del veicolo a mettersi in contatto con le forze dell’ordine.

Nello stesso tratto in cui è avvenuto l'incidente, poche settimane fa si era verificato un episodio simile: infatti il 15 dicembre una vettura aveva travolto un pedone. In quel caso l’uomo alla guida dell'automobile, originario di Cumiana (Torino), si era fermato immediatamente per dare l’allarme; ma in un primo momento non si era trovata la vittima, finita in un fossato adiacente alla provinciale e recuperata dai soccorritori solamente il giorno dopo.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!