Anche Guido Bertolaso, direttore del Dipartimento della Protezione Civile, è risultato positivo al tampone del Covid-19 (comunemente chiamato Coronavirus): a comunicarlo lui stesso attraverso il suo profilo Twitter.

Coronavirus, positivo al tampone anche Guido Bertolaso

Positivo al Coronavirus anche Guido Bertolaso, direttore del Dipartimento della Protezione Civile che ha inviato dal proprio profilo social l'annuncio sulla positività del tampone: "Si, sono positivo al Covid-19. Sapevo i rischi che correvo quando ho accettato l'incarico - ha scritto su Facebook e Twitter, Bertolaso - ma non potevo ignorare la chiamata del mio Paese.

Al momento ho solo qualche linea di febbre, ma nessun altro sintomo. Starò in isolamento, ma continuerò a lavorare rispettando il periodo di quarantena per vincere anche questa battaglia".

Un post che allarma, ma che, dallo stesso Bertolaso, era considerato un "rischio calcolato" del quale era ben consapevole, visto l'alto tasso di contagiati nella Regione Lombardia.

Bertolaso: "Ero consapevole, ma continuo a lavorare"

L'ex capo della Protezione Civile nonché coordinatore del nuovo ospedale da campo di Milano volto a fronteggiare l'emergenza sanitaria, ha annunciato, inoltre, che tutti i suoi collaboratori seguiranno le procedure previste per il contenimento del contagio aggiungendo che anche loro continueranno a lavorare per portare avanti la lotta al Coronavirus.

Bertolaso, che ha compiuto 70 anni il 20 marzo scorso, non si ferma, dunque, e prosegue a distanza la sua battaglia, sicuro di vincerla.

Bertolaso: "Non potevo non rispondere alla chiamata del mio Paese"

Proprio pochi giorni fa, l'ex capo della Protezione Civile, attivissimo e ben noto per le azioni di intervento a seguito del terremoto in Abruzzo nel lontano 2009, non si era tirato indietro di fronte alla richiesta del governatore della Regione Lombardia, Attilio Fontana, per l'attivazione di misure e azioni volte a fronteggiare la sempre più grave epidemia del Coronavirus nella Regione, consapevole dei rischi che correva.

Eppure, nonostante ora sia stato egli stesso colpito dal nemico contro il quale sta lottando, la battaglia di Bertolaso prosegue senza esclusione di colpi, senza interruzione né paura, ma con la sempre viva voglia di lottare e vincere.

Per questa battaglia, come per le altre, Bertolaso non accetta la sconfitta e, seppur da lontano, ha promesso che non cederà e non permetterà al virus di interrompere il proprio lavoro e quello della sua squadra di collaboratori.

Attualmente, Guido Bertolaso, non ha particolari sintomi se non qualche filo di febbre e le sue condizioni sono costantemente monitorate.

Segui la nostra pagina Facebook!