Non accenna a placarsi l'emergenza Covid-19 in Italia, con tante realtà locali che giorno dopo giorno si trovano a dover fronteggiare situazioni sempre più difficili. Il Capo del Dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli ha snocciolato anche oggi il numero dei contagiati, indicando come in totale siano quasi 70000. Inoltre stamattina il Commissario straordinario per l'emergenza Coronavirus Domenico Arcuri ha elencato le misure adottate per aiutare il comparto sanitario come l'acquisto di mascherine e l'aumento dei posti in terapia intensiva.

Il dato aggiornato dei contagiati al 24 marzo 2020

Come ormai avviene quotidianamente, è intervenuto in conferenza stampa il Capo della Protezione Angelo Borrelli e ha aggiornato il bollettino in merito al numero degli infetti alle 17 di oggi. I casi totali risultano essere 69176, di cui 54030 rappresentano il numero complessivo degli attualmente positivi, mentre i nuovi contagiati rispetto alla giornata di ieri sono ben 3612 (questo è un dato che fa ben sperare considerato che ieri sono stati 3780).

Sul fronte Cronaca Nera dei decessi si segnala un'impennata fino alla soglia dei 6820, con dati maggiori negli anziani. A testimonianza di come negli ultimi giorni ci siano stati i primi timidi segnali positivi, si può dire che i guariti sono saliti fino alla soglia di 8326. Per quanto riguarda gli altri dati, segnaliamo che i ricoverati con sintomi sono 21937, quelli in terapia intensiva 3396, mentre coloro i quali si sono sottoposti ad isolamento domiciliare ben 28697.

Il numero di tamponi effettuati sul tutto il territorio nazionale corrisponde a 296964.

La situazione nelle varie regioni

In generale si riscontra una diminuzione dei contagi in Emilia Romagna (9254), che dopo gli 830 positivi di ieri ne conta oggi 491. La regione con il più alto numero di infetti è la Lombardia con un totale di 30703, pur se si può riscontrare un piccolo segnale di miglioramento negli ultimi due giorni.

Nel Sud Italia i casi aumentano, pur se al momento non si registra un'impennata importante. In Sicilia i contagiati hanno raggiunto la cifra di 846, pur se il rientro di oltre 30mila persone nella regione meridionale sembrerebbe pensare ad un repentino aumento nei prossimi giorni. Le regioni in cui invece si riscontrano i più bassi dati di mortalità e trasmissione del virus sono la Basilicata e il Molise, dove in totale ci sono 92 e 73 casi positivi. Nel resto delle regioni segnaliamo i seguenti dati di positività: Veneto (5948), Piemonte (5515), Marche (2736), Toscana (2699), Liguria (2116), Lazio (1728), Campania (1101), Trento (1110), Puglia (1005), Friuli Venezia Giulia (992), Bolzano (781), Abruzzo (689), Umbria (648).

Infine in Valle D'Aosta, Sardegna e Calabria si segnalano rispettivamente 400, 421 e 319 casi di infetti al Covid-19.

50 milioni di euro di incentivi per le imprese

Questa mattina, nel corso della conferenza stampa tenuta presso la sede della Protezione Civile, il Commissario straordinario all'emergenza coronavirus Domenico Arcuri, ha annunciato alcune importanti iniziative. In particolare ha sottolineato come in pochissimo tempo tante aziende si siano messe insieme al fine di produrre 50 milioni di mascherine al mese, che copriranno quasi la metà di quanto necessario (cioè 90 milioni). L'obiettivo dichiarato è che ci sia l'autosufficienza e al tal fine sarà proposto, per tutte le imprese che vorranno riconvertirsi per produrre mascherine da distribuire su tutto il suolo nazionale, un incentivo gestito da Invitalia da 50 milioni di euro.

Il Commissario Arcuri ha poi reso noto che nei prossimi giorni saranno inviati 300 medici negli ospedali che presentano più difficoltà e con una nuova ordinanza verranno trasferiti 500 infermieri, su base volontaria, nelle zone con un più alto numero di malati Covid-19. Arcuri ha proseguito dicendo che i posti in terapia intensiva sono passati da 5343 agli attuali 8370 e che ieri sono state consegnate 4,9 milioni di mascherine, di cui 1,5 milioni di tipo Ffp2 e Ffp3 per il personale sanitario. Inoltre grazie al lavoro dei Ministri degli Esteri e della Difesa, arriveranno dalla Cina milioni di mascherine e saranno inviate per due mesi a partire dal 29 marzo.

Il Commissario Arcuri infine ha rivolto un invito a tutti gli italiani affinchè rispettino le regole, non trasgredendo le prescrizioni imposte dal governo italiano.

Segui la nostra pagina Facebook!