La pandemia di Coronavirus è oramai arrivata in tutto il mondo e gli Stati Uniti non hanno fatto eccezione. Nelle immagini riprese da un drone ad Hart Island, isola a largo del Bronx, infatti, si possono osservare un numero non specificato di bare che vengono seppellite in quelle che sembrano essere fosse comuni. Il tutto a pochi chilometri dal centro di New York, per molti capitale del mondo e simbolo della civiltà moderna.

Da 150 anni l'isola viene utilizzata per i poveri che non possono permettersi un funerale

Il fatto è avvenuto ad Hart Island, piccola isola che si trova a largo del Bronx nord-orientale.

Il Bronx è una delle cinque aree amministrative in cui è diviso lo stato di New York. Il terreno di questa isola viene utilizzato da oltre 150 anni come cimitero per i morti che si trovavano in condizioni economiche di povertà e che, per questo, non in grado di pagarsi un funerale. Ma con lo scoppiare dell'epidemia di coronavirus (che vede proprio la 'Grande Mela' essere la città più colpita nell'intera nazione), i morti sono decisamente aumentati e, perciò, è stata scavata una fossa comune. Le immagini, riprese da un drone, riguardano proprio il momento in cui un numero non definito di bare bianche viene sepolto sotto una coltre spessa di terra. Come ovvio che fosse, i fotogrammi, poi rimbalzati su tutti i media mondiali, hanno letteralmente sconvolto e indignato gli Stati Uniti.

Lo Stato di New York conta un numero più alto di contagiati dell'intera Italia

I numeri del contagio sono impietosi per quanto riguarda lo Stato di New York.

Secondo l'ultimo bilancio (aggiornato dalla Johns Hopkins University) i positivi totali sono 161 mila e 807 persone. Di questi poco più di 87 mila sono solo nella città di New York. L'incremento nelle ultime 24 ore è stato di ben dieci mila unità. Lo Stato in cui è sita la 'Grande Mela' è il secondo più colpito in tutto il mondo: ha più contagi perfino di Spagna e Italia.

Solo gli Stati Uniti, nella loro globalità, contano un numero di persone contagiate superiori a quello dello stato di New York: l'ultimo bilancio conta, infatti, più di 466 mila persone risultate positive. Proprio a causa dei numeri elevati, il sindaco di New York, Bill De Blasio, aveva recentemente parlato di 'sepolture temporanee': probabilmente si riferiva proprio alle fosse comuni. L'unico numero che sembra dare speranza allo Stato è quello riguardante la pressione negli ospedali: nelle ultime 24 ore si è registrato il numero più basso di persone che hanno richiesto un ricovero ospedaliero da inizio pandemia.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!