Siamo giunti ormai in un momento dell'emergenza da Coronavirus che comincia a mostrare qualche segnale positivo dal punto di vista numerico. Tuttavia, nonostante ciò, le morti e i contagi continuano ad esserci. L'ultimo drammatico episodio si è consumato a Teramo, dove ha perso la vita l'avvocato Marco Plebani, un uomo di sessanta anni, deceduto mentre era ricoverato presso l'ospedale 'Mazzini' della città abruzzese, all'interno del reparto di neurologia. A seguito della sua scomparsa, secondo quanto si apprende dal quotidiano 'Il Messaggero', si è venuto a sapere della sua positività. Ragion per cui la notizia ha destato parecchia preoccupazione tanto da costringere alla chiusura del reparto della struttura sanitaria per procedere ad una sanificazione.

Tragedia a Teramo per il coronavirus: muore Marco Plebani a 60 anni

La conferma della sua scomparsa a causa del coronavirus è giunta nella serata di giovedì 9 aprile, gettando nel più grande sconforto i suoi famigliari e i suoi amici, oltre che l'intera comunità di Teramo, città dove Marco Plebani svolgeva la sua professione ed era molto conosciuto. Il sessantenne è stato colpito da una polmonite ab ingestis mortale, risultando positivo al coronavirus. Il difensore legale lascia sua moglie, una psicologa che lavora proprio presso l'ospedale 'Mazzini', nel centro anti-violenza.

Ricoverati nell'ospedale di Teramo 59 tra medici, infermieri e oss per coronavirus

Come già spiegato, il reparto dell'ospedale nel quale si trovava l'avvocato Plebani è stato subito chiuso ed è stata disposta la sanificazione dell'intera area.

I pazienti che si trovavano ricoverati al suo interno sono stati spostati nel reparto di pneumologia. Quello dell'avvocato Marco Plebani è l'ennesimo contagio avvenuto all'interno dell'ospedale di Teramo, dove attualmente sono ricoverati anche 59 membri dello staff tra dottori, infermieri e operatori socio-sanitari.

Nei giorni scorsi morti per coronavirus padre e figlio

A seguito della sua scomparsa, il dottore Nicola Serroni, dirigente del dipartimento di Psichiatria, si è espresso dicendo che il coronavirus gli abbia portato via una persona che era più che un fratello, definendolo un avvocato dal cuore d'oro. Il medico ha poi continuato spiegando che si tratta di un virus che non guarda veramente in faccia nessuno e lanciato un accorato appello alla popolazione: 'Rimanete a casa, rispettate le regole e uscite il meno possibile'.

Qualche giorno fa, sempre a Teramo, avevano perso la vita padre e figlio, entrambi affetti dal covid-19: si tratta di Ernesto ed Emilio Marganella, rispettivamente di 51 e 80 anni.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Salute
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!