La Polizia Locale di Grado, cittadina del Friuli Venezia-Giulia, comunica di aver sanzionato un'anziana signora del posto che nella giornata di sabato 4 aprile si è recata ben 11 volte al supermercato per comperare piccole quantità di generi alimentari. La donna ha così violato le misure di contrasto all'emergenza sanitaria che sta interessando il nostro Paese. La notizia è stata riportata stamani dal quotidiano locale Il piccolo e ripresa dalle principali testate giornalistiche italiane.

I vari decreti emanati dal Presidente del Consiglio dei Ministri impongono infatti alle persone di uscire dal proprio domicilio solo per urgenti necessità, come per fare la spesa, andare in farmacia o dal dottore.

Il fatto si è verificato nel pieno centro della città friulana, nei pressi di un noto supermarket.

Ammonita più volte dai Vigili urbani

A quanto pare i Vigili urbani, sempre nel corso della stessa giornata di sabato, avevano incontrato più volte la signora fuori dal proprio domicilio sorprendendola con la spesa in mano. Quando gli agenti l'hanno vista per l'ennesima volta recarsi al supermercato l'hanno ammonita bonariamente, con la sola indicazione di non uscire tante volte al giorno e di fare una spesa più corposa. La situazione ha preso una piega ben diversa quando la donna, infischiandosene di quanto le era stato appena detto, è uscita nuovamente per andare in bottega. Per strada ha incontrato nuovamente la pattuglia della Polizia Locale: gli agenti l'hanno fermata e dopo aver chiesto spiegazioni sul motivo per il quale si trovava di nuovo fuori da casa le hanno elevato una multa da 280 euro.

La cifra resterà questa se la signora pagherà il tutto entro 30 giorni, altrimenti la sanzione salirà fino a 400 euro. Tra l'altro i controlli dei Vigili urbani di Grado negli scorsi giorni si sono concentrati lungo le strade che portano alla cittadina turistica e davanti ai supermercati, per verificare che le misure di sicurezza vengano rispettate da tutti i cittadini.

Controlli su tutto il territorio nazionale

In queste settimane i controlli delle Forze dell'Ordine sono serrati su tutto il territorio nazionale, in quanto il nostro Paese sta affrontando ancora la fase di emergenza sanitaria. Sono state già elevate migliaia di sanzioni in tutta Italia, nonché effettuate delle denunce penali nei confronti di cittadini che, trovati positivi al virus cinese, hanno evaso la quarantena obbligatoria e sono scesi in strada.

Nel prossimo weekend di Pasqua e Pasquetta i controlli saranno ancora più serrati, per evitare che la gente faccia delle scampagnate in campagna o al mare, cosa che per quest'anno è assolutamente vietata.

Carabinieri e Polizia di Stato stanno sorvegliando le città anche con l'ausilio di droni, i quali sono molto utili a rintracciare eventuali assembramenti nei luoghi pubblici.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!