Si fanno sempre più severe le restrizioni nei confronti di coloro che non rispettano le regole e le multe rischiano di diventare davvero salate. Secondo tutti gli esperti, i cittadini dovrebbero capire l'importanza e la gravità della situazione che stiamo vivendo e non cercare scorciatoie per aggirare i controlli vigenti. Stamattina nel Comune di Zocca, nel modenese, è stata comminata una multa di 533 euro ad un ciclista che circolava senza valide motivazioni. Ci si può muovere esclusivamente per motivi lavorativi, per fare la spesa e per importanti problematiche impellenti. Il comandante della polizia provinciale ha affermato che non saranno fatti sconti a nessuno.

Altro episodio ieri nel bolognese.

Sanzione amministrativa per un ciclista nel modenese

La polizia provinciale nel fine settimana ha deciso di intensificare i controlli per smascherare coloro che non rispettano le regole vigenti. Oltre alle strade saranno controllate anche le aree verdi e i percorsi secondari dei quali potrebbero servirsi alcuni 'furbetti' per non essere colti in flagrante. L'autorità competente ha deciso di agire in questo modo per evitare che le persone possano allontanarsi da casa senza un reale motivo. L'obiettivo è come sempre quello di evitare la diffusione del virus e il suo conseguente contagio. La polizia ha preso la decisione di controllare anche i percorsi natura e quelli legati all'Appennino.

Nella mattinata di oggi, sabato 4 aprile, è stato fermato un uomo, residente nel Comune di Zocca, in sella ad una bicicletta; la pattuglia che perlustrava la zona ha constatato che il soggetto non aveva evidenti motivazioni valide per girare indisturbato sulla propria bici. La sanzione amministrativa è stata molto dura, l'ammontare della multa è stato di 533 euro, la speranza è che questo tipo di provvedimenti possano far desistere il maggior numero di persone dall'andare in strada senza giustificato motivo.

Il comandante della polizia provinciale ha ribadito che faranno di tutto per far rispettare le regole, anche con provvedimenti esemplari.

Ieri multa ad un ciclista residente in provincia di Bologna

Nella giornata del 3 aprile era stata comminata un'altra multa addirittura più pesante, l'importo è stato infatti di 933 euro, ad un ciclista residente nel bolognese.

L'uomo circolava in sella alla sua bici senza motivazioni valide e per questo è stato fermato e multato. Lo stesso si è giustificato sostenendo che pensava che le restrizioni fossero terminate e non avrebbe compreso il fatto che effettivamente non fosse così. La polizia provinciale non ha voluto sentire ragioni e non è assolutamente tornata indietro sulla propria decisione iniziale, è stata applicata la linea dura per salvaguardare i cittadini.

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la pagina Ciclismo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!