E' del 6 aprile l'annuncio del Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio che ha asserito come l'ente stia lavorando ad un'ordinanza che sancisca la chiusura di supermercati e centri commerciali per Pasqua e Pasquetta. "Stiamo scrivendo l'ordinanza, forse riusciremo a firmarla anche oggi. Intanto Pasqua e Pasquetta verranno santificate" ha detto il governatore in conferenza stampa a Pescara.

Nelle affermazioni di Marsilio si legge tra le righe una crescente preoccupazione a causa dell'aumento di cittadini sulle strade e in fila al supermercato.

L'avvicinarsi delle feste pasquali sta probabilmente portando i residenti a comprare tutto il necessario per i classici e rituali pranzi di festeggiamento, una voglia di normalità più che legittima certo che non può però essere tollerata da chi vigila sulla salute pubblica in tempo di Coronavirus dato che la pratica sta conducendo ad avere più assembramenti degli scorsi giorni.

Troppi cittadini in giro complici le belle giornate

Negli uffici regionali e nelle Prefetture si sta comunque levando un coro unanime: ancora troppi cittadini circolano per strada, forse anche a causa del meteo, che in questo periodo sta regalando bellissime giornate di sole. La tentazione è forte e non tutti riescono a resistervi, fenomeno questo ancora più presente nelle località prossime al mare, dove è consuetudine la passeggiata o la corsa sul lungomare e sul bagnasciuga.

Per cercare di limitare al minimo i movimenti della popolazione, la Regione Abruzzo ha dunque deciso di correre ai ripari stringendo ancora di più la morsa dei controlli. Più pattuglie sulle strade in primis, considerato anche che le sanzioni registrate il 5 aprile sono state 3.407 con 678 trasgressori in più rispetto al giorno precedente, altro giro di vite sui divieti

con il Comitato Provinciale per l'ordine e la sicurezza di Pescara ed il Prefetto Gerardina Basilicata a lavorare ad una nuova ordinanza, il tutto unito a controlli più serrati attorno a caselli autostradali, spiagge e strade urbane ed extraurbane con l'aiuto se necessario anche degli elicotteri della Guardia di Finanza.

Nella fase due dell'emergenza obbligo di mascherina per tutti

Il Presidente Marco Marsilio ha ribadito che non sarà consentito alle Chiese di aprire le porte ai fedeli nei giorni di Pasqua e che presto sarà obbligatorio per tutti i residenti regionali indossare la mascherina. Pur essendo l'Abruzzo molto lontano dai numeri che si registrano ogni giorno in Lombardia e nelle zone più colpite dall'epidemia da Covid-19, il Presidente intende far capire alla cittadinanza come abbassare la guardia non sia neanche fra le più remote ipotesi.

In Abruzzo il totale dei contagiati alla data del 6 aprile è di 1.721 unità, con un aumento di soli 18 casi in 24 ore ma con ancora 169 decessi all'attivo.