Un bambino di sette anni, Tommaso, questo il nome dell'infante, nelle scorse ore è stato contattato dalla polizia di stato di Brindisi in merito allo smarrimento della sua bicicletta. Il piccolo, nella giornata del 25 giugno scorso, è stato derubato della sua due ruote sul piazzale che ospita il parco giochi della marina di Campo di Mare, vicino San Pietro Vernotico. Il bimbo ci teneva davvero molto alla sua bici, una Atala di colore giallo con il sellino blu. Pertanto ha deciso di affiggere un avviso, scritto di suo pugno, nel parco dove ha smarrito la bicicletta. Il bimbo ha chiesto quindi se qualcuno l'avesse vista, invitando le persone a consegnarla in un bar che si trova sul piazzale, tuttavia la due ruote non ha fatto più ritorno al legittimo proprietario.

La vicenda è stata presa a cuore dalla polizia per cui il vicequestore Ferdinando Rossi ha deciso di acquistare insieme al sindacato autonomo di polizia una nuova bicicletta per il bambino.

Tommaso ricevuto in questura

A questo punto dalla questura di Brindisi è partita una prima chiamata indirizzata alla nonna del bimbo: nella telefonata gli agenti hanno spiegato che la bici era stata ritrovata. In seguito, nella giornata di ieri 29 giugno, i poliziotti hanno contattato nuovamente la donna, dicendo ai familiari di recarsi in centrale per poter recuperare la bicicletta: il bimbo non si aspettava la sorpresa. Tommaso ha preparato un disegno da regalare agli agenti, in cui li ringraziava per l'impegno profuso.

Una volta in questura il bambino, accompagnato dai suoi famigliari, ha trovato tanti poliziotti in festa. All'improvviso uno di loro ha consegnato al piccolo una bici nuova di zecca, addobbata con un grande fiocco blu. Tanto lo stupore di Tommaso, che adesso ha finalmente una bici nuova per potersi muovere nella marina di Campo di Mare.

Solidarietà al bambino dai concittadini

Giovedì scorso il piccolo Tommaso credeva di aver semplicemente dimenticato la sua bici, ma poi aveva compreso che qualcuno l'aveva sottratta in maniera illecita. Il gesto è stato condannato, soprattutto sui social, dalla gente del posto che si è stretta affettivamente intorno al bambino.

Il Sap, tramite il segretario provinciale Domenico Pezzuto, ha inviato un nota agli organi di stampa, in cui ringrazia l'impegno profuso dalla polizia di stato e dal questore. Secondo il sindacato il vile gesto compiuto a Campo di Mare ai danni di un bimbo di sette anni ha destato le umane emozioni che possono provarsi davanti alla bontà e alla spensieratezza di un infante come Tommaso. La polizia ha anche diffuso a mezzo stampa le foto della consegna della bici al piccolo.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!