Mattinata da incubo per Enzo Salvi che è stato aggredito da uno sconosciuto mentre tentava di difendere il suo amato pappagallo. L’animale è stato preso a sassate da un ragazzo che poi si è avventato prima sull’attore e poi sull’amico che l’aveva fotografato mentre si accaniva contro il pennuto. Non riuscendo nel suo intento l’uomo è scappato in aperta campagna.

Il comico ha immediatamente soccorso Fly, un Ara Ararauna gialloblu di due e anni e mezzo, prendendolo in braccio e dirigendosi immediatamente alla clinica per animali esotici in via Nomentana a Roma. “Ho pianto, pensavo che fosse morto” ha riferito Salvi in un’intervista rilasciata a Fanpage.

Il 56enne ha riferito di aver vissuto momenti drammatici. Bisognerà attendere le prossime ore per comprendere se l’animale, che ha riportato un trauma cranico, riuscirà a farcela. Il pappagallo ha ripreso ad alimentarsi da solo ed ha riacceso le speranze di Salvi visto che Fly, dopo il colpo ricevuto, faticava a mantenere l’equilibrio e appariva abbattuto.

Enzo Salvi: 'Pensavo che Fly fosse morto'

Enzo Salvi è addestratore e vice presidente dell’Associazione Passione pappagalli free flight che ha tra gli obiettivi la possibilità di insegnare a volare ai pappagalli. Ieri mattina (lunedì 29 giugno) il comico, come fa spesso, si era recato in località Pianabella, a Ostia Antica, per permettere all’animale di volare libero.

In suo compagnia c’era un amico che ha prontamente reagito quando ha visto il volatile diventare oggetto di tiro a bersaglio da parte di un giovane.

“Gli ho detto di fermarsi sottolineando che rischiava di colpirlo e fargli del male”. Una delle pietre ha centrato in pieno l’animale, che si era fermato su un palo a sette metri di altezza, procurandogli un evidente lesione lacero-contusa sul frontale destro.

Apprensione per le condizioni di salute del pappagallo

Il comico romano ha soccorso immediatamente il pappagallo e per alcuni istanti ha temuto il peggio. Dall’altra parte l’amico, Luigi, ha scattato delle foto dell’aggressore per permettere alle forze dell’ordine di individuarlo. L’aggressore ha reagito in malo modo ed ha tentato di rubare lo smartphone al giovane dopo aver colpito Enzo Salvi con un calcio alla schiena.

“Pensavo di svenire: quando ho preso in braccio Fly ero disperato perché sembrava morto”. In ogni caso l’attore romano è riuscito a recuperare uno degli scatti che immortalano il giovane ed ha presentato denuncia contro ignoti. Nel frattempo l’Ara Ararauna è stata sottoposta sia a una Tac che a una radiografia che ha evidenziato il trauma cranico.

Sulla base delle indicazioni fornite da Salvi i carabinieri della stazione di Ostia Antica stanno cercando di individuare e fermare l’autore del folle gesto. “Ha farfugliato e poi ha iniziato a tirare pietre. Non riesco a comprendere cosa gli avesse fatto di male quella bestiola” ha aggiunto l’attore che spiegato di avere anche altri due pappagalli, Jerry e Chicco.

“Sto male per quello che è accaduto, spero che lo prendano presto perché potrebbe fare del male anche ai bambini”.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la pagina Cinema
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!