Dramma a Parre, piccolo comune della Val Seriana, in provincia di Bergamo. Alex Riva, disabile 44enne, è rimasto vittima di un incidente. Mentre stava portando una sedia in giardino è caduto e le gambe in acciaio del mobile gli hanno trafitto il corpo e reciso la carotide. L'uomo è morto in pochi minuti. La notizia di Cronaca Nera è stata riportata da l'Eco di Bergamo.

L'incidente al Cse di Ponte Selva

Alex Riva nella giornata di ieri, mercoledì 29 luglio, si trovava, come ogni giorno, al centro socio-educativo situato nella frazione Ponte Selva, una struttura gestita dalla locale cooperativa sociale Sottosopra.

La tragedia si è consumata in pochi istanti dopo le 14:30.

Gli ospiti della struttura, in estate, sono soliti trascorrere le loro giornata all'aperto e, secondo quanto ricostruito, Alex è entrato all'interno dell'edificio per prendere una sedia. "Per andare in giardino - ha spiegato addolorata la madre Clotilde - bisogna fare due gradini". E, mentre stava raggiungendo gli altri, per cause ancora in fase di accertamento, è caduto. Ancora non si sa se sia semplicemente inciampato o se sia stato colto da una crisi epilettica. L'unica cosa certa, al momento, è che la sedia che aveva in mano è finita sopra di lui e - per un'incredibile e drammatica fatalità - la gamba in acciaio è riuscita a recidergli la carotide.

Il Cse era una seconda casa per Alex

Gli operatori del Centro socio educativo di via Chiesa sono subito intervenuti: hanno prestato i primi soccorsi e hanno allertato il 112. Purtroppo, però, tutti i loro sforzi si sono rivelati vani: Alex è deceduto dissanguato sotto gli occhi sgomenti dei suoi amici.

Come ha spiegato la madre del 44enne, i soccorritori sono subito giunti sul posto: "È arrivata l'ambulanza e la guardia medica – ha precisato la donna - hanno anche chiamato l’ospedale di Piario chiedendo di preparare la sala operatoria perché sarebbe arrivato un paziente, ma Alex è morto nel giro di dieci minuti".

Come da protocollo, al Cse sono arrivati anche i carabinieri del comando stazione di Ponte Nossa e di Clusone per i rilievi e gli accertamenti del caso. I militari hanno provveduto a raccogliere le testimonianze di quanti erano presenti al momento dell'incidente e, coordinati dal sostituto procuratore Maria Esposito, hanno avviato le indagini per individuare eventuali responsabilità. Tuttavia la salma del giovane disabile, già dalla serata di ieri, non risulta più a disposizione della magistratura e i genitori di Alex hanno già ottenuto il nulla osta per celebrare i funerali. Le esequie si svolgeranno nel pomeriggio di domani, venerdì 31 luglio, nella chiesa Parrocchiale di Parre.

Nel piccolo paese tutti conoscevano Alex: il 44enne era benvoluto da tutti.

Don Armando Carminati, affranto per quanto accaduto, lo ha ricordato come una persona semplice, ma positiva ed in grado di offrire molto agli altri. "È morto nella sua seconda casa - ha concluso il sacerdote - con la sua seconda famiglia".

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!