Viviana Parisi, la mamma 43enne scomparsa lunedì 3 agosto con il figlio Gioele, quattro anni, è stata ritrovata senza vita nel pomeriggio di ieri, sabato 8 agosto, nei boschi di Caronia (in provincia di Messina). Non c'è traccia, invece, del bambino. Gli inquirenti, nelle scorse ore, hanno avanzato la più terrificante delle ipotesi: forse la donna, prima di suicidarsi, ha ucciso e sepolto il piccolo. Del caso di Cronaca Nera si sta occupando la Procura della Repubblica di Patti. Le indagini sono coordinate dal Procuratore capo Angelo Cavallo.

Viviana Parisi ritrovata nei boschi di Caronia

Il corpo senza vita di Viviana Parisi, dj torinese da anni residente in Sicilia, è stato notato intorno alle 15.30 dagli uomini dell'unità cinofila.

Il ritrovamento è avvenuto tra le sterpaglie di un'impervia zona boschiva in contrada Buzza, nel territorio di Caronia, comune della costa tirrenica tra le province di Palermo e Messina.

Il cadavere, già in avanzato stato di decomposizione, era in posizione prona con il volto, irriconoscibile, rivolto verso il terreno. Nonostante fosse impossibile risalire all'identità, i soccorritori hanno subito compreso che si trattava di Viviana Parisi. Tuttavia, l'identificazione è avvenuta, attraverso la fede nuziale riconosciuta dal marito Daniele Mondello, solo nella tarda serata di ieri.

Viviana potrebbe aver ucciso il figlio

Viviana era scomparsa nella mattinata di lunedì 3 agosto dopo un banale incidente avvenuto in autostrada, sulla A20, a meno di un km da dove è stata ritrovata senza vita.

Con lei c'era il figlio piccolo, Gioele. Il bambino ancora non si trova e, per tutta la notte, le squadre di ricerca, hanno setacciato in lungo ed in largo la zona.

Come riportato da diversi quotidiani locali, tra gli inquirenti, si sta facendo largo la terribile ipotesi che la donna possa avere ucciso il piccolo ed averne seppellito il corpicino prima di togliersi a sua volta la vita.

Nessuno, però, vuole smettere di aggrapparsi ad un'ultima flebile speranza ed interrompere le ricerche. Nel "giallo di Caronia", infatti, c'è un piccolo buco temporale. Dopo aver imboccato l'autostrada a Milazzo, la donna è uscita allo svincolo di Sant'Agata, dove si è fermata per una ventina di minuti.

Cosa ha fatto in quel lasso di tempo? La 43enne potrebbe aver lasciato il figlioletto ad una persona di sua fiducia. "Chi ha visto qualcosa - ha esortato il procuratore Cavallo - parli".

Attesa per i risultati dell'autopsia

Il medico legale, dopo una prima e sommaria ispezione, ha spiegato che Viviana potrebbe essere morta giorni fa, forse poche ore dopo la scomparsa. Come sottolineato dal procuratore capo di Patti, però, solo l’autopsia potrà chiarire come e quando è morta la giovane mamma.

Le condizioni del cadavere, al momento, lasciano “aperte tutte le ipotesi, dall'incidente al gesto estremo. Nella tarda serata di ieri, comunque, gli inquirenti, hanno provveduto a mettere sotto sequestro un traliccio dell'energia elettrica posto nelle vicinanze del punto in cui è stato rinvenuto il corpo.

Vogliono capire se "Express Viviana" - come era conosciuta nell'ambiente della musica - si sia arrampicata sul pilone per poi lasciarsi cadere nel vuoto.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!