Se domenica 20 settembre i nuovi positivi al Coronavirus erano stati 1.587 e i decessi 15, il bollettino per la giornata di lunedì 21 settembre parla di 1.350 nuovi positivi e 17 vittime. Anche se i numeri dei positivi sono in calo, c'è da dire che, come accade ogni lunedì, il numero dei tamponi è decisamente inferiore rispetto al giorno precedente (55.862 contro gli 83.428 di ieri). Secondo quanto si apprende dal bollettino pubblicato dal Ministero della Salute, rallenta anche la crescita delle persone guarite e dimesse dagli ospedali (352, mentre ieri erano stati 635). In Italia, dunque, si contano 45.079 attualmente positivi, di cui 2.475 ricoveri con sintomi e 232 in terapia intensiva (+10 rispetto al giorno precedente).

Non ci sono regioni che contano zero contagi, mentre torna a essere la Campania la regione col maggior numero di casi, seguita da Lazio, Emilia Romagna, Veneto e poi Lombardia.

I numeri del coronavirus: la Campania la prima regione al 21 settembre

Nelle ultime 24 ore la regione Campania conta 243 nuovi contagiati, un incremento di +75 unità rispetto al giorno precedente quando si erano registrati 171 casi. Diminuiscono notevolmente anche i tamponi che sono stati effettuati in regione (3.405 contro i 7.632 di ieri). In Campania si conta una vittima e 20 guariti.

Nel frattempo, in provincia di Caserta, precisamente nel comune di San Felice a Cancello, è stato preso un importante provvedimento per quanto riguarda la scuola.

È il primo comune casertano, infatti, che non aprirà i cancelli delle proprie scuole il 24 settembre, posticipando l'inizio dell'anno scolastico al 28 settembre. La decisione è stata presa di comune accordo tra il sindaco, Giovanni Ferrara, e le due direttrici didattiche, Di Ture e Mauro. Anche in altri comuni di Napoli e Salerno le aperture delle scuole slitteranno tra il 28 settembre e il 1 ottobre.

Il coronavirus nel Lazio, in Emilia, in Veneto e in Lombardia

Subito dopo la Campania, c'è la regione Lazio con 198 positivi su poco più di 8.000 tamponi effettuati. Nella giornata di ieri i contagiati erano stati 165 su quasi 10.000 tamponi. Di questi 198 casi, 117 sono provenienti da Roma.In regione si contano anche cinque decessi.

La terza regione per contagiati nella giornata odierna è l'Emilia Romagna con 116 positivi, a seguire il Veneto con 103 e la Lombardia che si ferma a 90. Un decesso anche in Emilia Romagna e in Lombardia.

I casi di contagio in tutte le altre regioni d'Italia

Per quanto riguarda le altre regioni, l'Abruzzo conta 72 casi di coronavirus, la Puglia 81, il Piemonte 57 e la Liguria 64. Sono 84 i positivi in Toscana, 75 in Sicilia, 64 in Sardegna. Nelle Marche si sono registrati 17 positivi, in Friuli Venezia Giulia 13, in Umbria 5, in Calabria 12 e in Molise 31. Due casi in Valle d'Aosta e uno in Basilicata. Per quanto riguarda le province di Trento e Bolzano, si sono verificati rispettivamente +2 e +20 casi di contagio.

Nessuna regione a contagio zero dunque. Gli altri decessi, invece, riguardano la Sicilia (+3), la Sardegna (+2), la Puglia (+1), l'Abruzzo (+1) e l'Umbria (+1).

Segui la pagina Coronavirus
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!