I carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma, nella notte tra il 19 e il 20 settembre sono intervenuti in via Paolo Di Dono al quartiere Eur per sventare un furto in un palazzo che ospita alcuni uffici. Secondo quanto riferisce la stampa locale e nazionale, nel corso della tentata rapina, il presunto ladro, un 56enne di origini siriane, è rimasto ucciso dopo che uno dei due militari intervenuti sul posto ha sparato al suo indirizzo due colpi con la pistola d'ordinanza. Il malintenzionato, poco prima della reazione del carabiniere, aveva colpito il suo collega con un cacciavite, ferendolo comunque in maniera non grave.

Nello stabile erano state segnalate persone sospette

Durante la notte ai militari dell'Arma è giunta una chiamata che segnalava la presenza di persone sospette all'interno del palazzo di via Paolo Di Dono. I carabinieri si sono quindi subito recati sul posto per vedere che cosa stesse succedendo. Nell'edificio, sempre secondo quanto si apprende dai giornali locali, c'erano due persone: uno di loro, vista la concitazione del momento, è riuscito a far perdere le proprie tracce ed è attualmente ricercato. Al momento non si conoscono le generalità della vittima, ma da quanto fanno sapere gli inquirenti si tratterebbe di una persona già nota alle forze dell'ordine con precedenti per rapina, lesioni ed evasione.

Non appena sono arrivati sul luogo del tentato furto, i carabinieri sono entrati nel cortile dell'edificio e poco dopo hanno tentato di fermare uno sconosciuto, identificato poi nel 56enne. Adesso non è escluso che sulla vicenda accaduta nella capitale si possano conoscere ulteriori dettagli nelle prossime ore, o al massimo nei prossimi giorni.

Resta anche da chiarire il movente dell'aggressione nei confronti del militare.

Informata anche la Procura di Roma

Del fatto è stata informata anche la Procura della Repubblica di Roma, che ora sta aspettando una prima informativa dai carabinieri in modo da analizzare bene l'accaduto. I magistrati attendono di leggere le carte prima di aprire un procedimento formale e procedere a eventuali iscrizioni nel registro degli indagati.

SkyTg24 informa che su una porta situata al primo piano di un palazzo i militari hanno trovato alcuni segni di effrazione. Il carabiniere ferito (forse al costato) è un giovane di 31 anni ed stato trasportato all'ospedale Sant'Eugenio per tutte le cure del caso. La notizia di quanto successo si è sparsa in breve tempo in tutta Roma. E sempre nella notte tra il 19 e il 20 settembre tre persone sono precipitate in uno strapiombo rimanendo ferite dopo aver commesso una rapina ai danni di un istituto di credito di Torre Canne, frazione marittima di Fasano. In questo caso i carabinieri gli stavano inseguendo nel tentativo di fermargli.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!