Viviana Parisi, 42 anni, ed il figlioletto Gioele, 4 anni, sarebbero caduti all'interno di un invaso d'acqua nelle campagne di Caronia. Poi i loro corpi senza vita sarebbero portati nel bosco. A sostenerlo, alla luce dell'ennesima perizia, sono i consulenti di Daniele Mondello, padre e marito delle vittime. L'uomo, nelle scorse ore, ai microfoni di Fanpage.it ha ribadito: "Voglio sapere come sono morti". Del caso di Cronaca Nera si sta occupando la Procura di Patti.

Viviana e Gioele caduti in un invaso

Da quanto si apprende, nelle scorse settimane gli avvocati Claudio Mondello e Pietro Venuti, che stanno seguendo gli interessi di Daniele Mondello, hanno depositato alla Procura di Patti una nuova relazione in cui viene avanzata una nuova tesi.

Secondo il professor Carmelo Lavorino ed il dottor Antonio della Valle - i consulenti tecnici incaricati dai legali dei familiari di Viviana e Gioele - madre e figlio, dopo essersi allontanati dalla loro auto, sarebbero precipitati all'interno di un invaso, contenente circa 50 cm di acqua, nelle campagne di Caronia. I due corpi ormai esanimi sarebbero stati estratti, in tempi diversi, dal fondo dell'invaso e portati nei boschi, dove sono stati ritrovati.

L'avvocato Mondello ha precisato che, nel corso degli accertamenti, sarebbero emersi dei nuovi importanti elementi (già portati all'attenzione del Procuratore).Su entrambi i corpi, infatti, sarebbero state riscontrate "lesività compatibili con precipitazione" e sui loro denti sarebbe stata isolata una sostanza rosacea.

Questa sostanza, da quanto si apprende, verrebbe prodotta solo in seguito ad un'asfissia causata da immersione in un liquido.

Daniele Mondello vuole la verità su Viviana e Gioele

Viviana Parisi ed il piccolo Gioele scomparvero lunedì 3 agosto 2020. Dopo un incidente stradale all'altezza del viadotto Pizzo Turda di Caronia, lungo l'autostrada A20 Messina-Palermo, madre e figlio si allontanarono a piedi e fecero perdere le loro tracce.

Qualche giorno più tardi, l'8 agosto, sotto un traliccio dell'alta tensione venne rinvenuto il corpo della mamma. I resti del bimbo, invece, vennero individuati solo il 19 agosto.

Ad oggi, nonostante le diverse perizie svolte sia dai consulenti della famiglia Mondello - Parisi che della Procura di Patti, non ci sono certezze riguardo alla scomparsa ed alla morte di Viviana e Gioele.

Daniele Mondello non riesce a darsi pace. "Sto facendo di tutto per trovare la verità" ha dichiarato. Poi, ripercorrendo quanto accaduto alla moglie, "un leone con il cuore grande", e al figlio, "un bambino coraggioso", ha rivelato. "Ogni notte mi sveglio alle 3, come se fosse un presentimento, come se fosse l'orario della loro morte". L'uomo, noto dee-jay conosciuto nell'ambiente hard-style, sta lavorando, in collaborazione con un cantante, a una nuova produzione. Il suo lavoro, come ha annunciato, sarà dedicato al figlio ed alla moglie.

Segui la pagina Cronaca Nera
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!