Massimo Giletti si sente male durante la diretta di Non è l’Arena. Poi fortunatamente si riprende quasi subito e riesce a terminare la conduzione del programma di La7. Tutto accade nella serata di domenica 18 aprile. Il giornalista decide di occuparsi nuovamente del caso del piano pandemico italiano e del suo mancato aggiornamento. Il grande "accusatore" del numero due dell’Oms Ranieri Guerra, e di conseguenza anche del ministro della Salute Roberto Speranza, è l’ex ricercatore dell’Organizzazione mondiale della sanità, Francesco Zambon, finito ai ferri corti con Guerra proprio per aver denunciato le falle presenti nel piano pandemico.

Giletti ci tiene moltissimo a questo tema. Ed è forse per questo che, pochi minuti dopo aver attaccato duramente Speranza, appare in video sofferente e sudato confessando di non sapere se riuscirà ad “andare avanti”.

Massimo Giletti si sente male in diretta

“Scusate, non so se riesco ad andare avanti”, confessa ad un certo punto Massimo Giletti, rivolgendosi con voce affaticata alla regia di Non è l’Arena. “Ho perso un po’ la cosa”, aggiunge visibilmente confuso chiedendo alla sua ospite Sandra Amurri di dargli una mano a portare avanti la discussione sul piano pandemico. Intanto, anche il collega Luca Telese lo osserva con preoccupazione.

Giletti: ‘Se saremo in grado di andare avanti’

Poi, Giletti sembra riprendersi e prosegue la sua invettiva contro la Politica che, a suo dire, avrebbe compiuto diversi errori nella gestione della pandemia.

“Dopo la pubblicità - precisa alcuni istanti dopo - se saremo in grado di andare avanti, faremo vedere dei documenti incredibili che testimoniano che qualcosa di strano succede e avremo anche un incontro con Massimo D’Alema”. Fortunatamente il conduttore riuscirà a ritrovare le forze e a portare a termine la puntata di Non è l’Arena.

L’attacco a Speranza: ‘Risponda alle domande, perché scappa sempre?’

Durante la discussione sul piano pandemico, avvenuta nei minuti che precedono il suo malore, Giletti parla del caso della Calabria e degli enormi problemi di gestione della pandemia riscontrati in quella Regione. Poi, rivolgendosi al viceministro della Salute Pierpaolo Sileri, presente in studio, gli domanda che impegno si possa assumere il governo.

Speranza anche questa settimana lo abbiamo invitato - attacca il ministro della Salute - a fine anno farò vedere l’elenco degli inviti di Speranza e le risposte che ci dà. Una volta è al mare, una volta in collina, una volta da Fazio, una volta da Mara Venier, una volta non lo so. Una volta (potrebbe venire) a rispondere a delle domande - si sfoga il giornalista - perché scappa sempre, perché non affronta, non me, ma i colleghi di Report che le fanno le domande?”.

Segui la pagina Politica
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!