Michael Schneider è un sensitivo di origini tedesche che ha spesso collaborato con le forze dell'ordine per la risoluzione di casi delicati. Di recente l'ex giornalista ha supportato la polizia durante le operazioni di ricerca dei corpi di Peter Neumair e Laura Perselli, i coniugi di Bolzano uccisi dal figlio Benno lo scorso gennaio. In un'intervista rilasciata al Corriere della Sera il veggente si è soffermato su alcune irrisolte vicende di cronaca. In particolare Schneider si è soffermato sull'inchiesta legata alla scomparsa di Denise Pipitone precisando che le ricerche non avranno l'esito sperato da Piera Maggio.

"Purtroppo non sarà mai trovata" - ha affermato l'ex giornalista puntualizzando che le ricerche potranno proseguire anche per altri 17 anni senza però far luce su quanto accaduto a Mazara del Vallo il 1° settembre 2004.

"Ricevo chiari segnali che per i familiari è meglio mettersi l'animo in pace". Parole agghiaccianti ma che di sicuro non fermeranno i congiunti di Denise Pipitone nella ricerca della verità. Nelle ultime ore è tornata d'attualità la pista rom con una ragazza di origini rumene, Mariana, che ha dichiarato di aver incontrato a Parigi la nomade che la guardia giurata Felice Grieco vide a Milano nell'ottobre del 2004 in compagnia di una bambina che somigliava alla figlia di Piera Maggio.

Michael Schneider su Denise Pipitone: 'Ai familiari consiglio di mettersi l'animo in pace'

Per il sensitivo Michael Schneider non c'è alcuna speranza di ritrovare Denise Pipitone. Nell'intervista rilasciata al Corriere della Sera l'ex giornalista non ha precisato se la ragazzina, scomparsa da Mazara del Vallo 17 anni fa, è ancora in vita o è deceduta.

Il tedesco ha spiegato che sarebbe opportuno chiudere il caso in quanto dai segnali che percepisce non si arriverà a una risoluzione della vicenda.

"So che le mie sono parole inaccettabili per una madre ma non si troverà" - ha aggiunto il sensitivo prima di ribadire che l'inchiesta relativa alla scomparsa della figlia di Piera Maggio resterà irrisolta.

Schneider ha spiegato che gli basta osservare una foto per comprendere se la persona ritratta è ancora in vita: "È raro che riesca a vedere anche delle immagini".

'Denise Pipitone non sarà ritrovata, Saman Abbas è morta e si trova a nord di Novellara'

Il sensitivo si è soffermato anche sulla tecnica utilizzata nella ricerca delle persone riferendo che per individuare lo scomparso utilizza una mappa e lascia che i suoi occhi e le sue dita lo conducano sul punto preciso. "Mi basta sapere il nome della persona, la residenza e la località dell'ultimo avvistamento". A tal riguardo Michael Schneider si è soffermato anche sul caso di Saman Abbas.

"La mia intuizione mi dice che è morta e si trova a nord di Novellara" - ha riferito l'ex giornalista puntualizzando che la diciottenne potrebbe trovarsi intorno a un boschetto vicino a un piccolo stadio di calcio.

Dieci anni fa l'uomo affermò che Maddie McCann, la bambina scomparsa in Portogallo nel 2007, era morta e che era stata sepolta a nord est di Lagos. La ragazzina, però, non fu ritrovata.