È accaduto a Biella, dove una donna ha sfogato la propria rabbia contro i beni del marito dopo la scoperta del tradimento. Secondo le ricostruzioni, la donna si trovava fuori per lavoro quando il marito ha deciso di approfittare della situazione per fare entrare in casa propria un'altra donna, non sapendo che la moglie sarebbe tornata in anticipo rispetto a quanto previsto. La vista del proprio uomo in compagnia di un'altra donna ha fatto perdere le staffe alla moglie che ha iniziato a distruggere tutto ciò che le capitava a tiro, tanto da costringere l'amante del coniuge a chiudersi in bagno per timore di divenire vittima di quella situazione.

Ma la donna, invece di inveire contro le persone che aveva di fronte, ha deciso di recarsi in garage e danneggiare l'automobile di lusso del marito.

Scopre il tradimento del marito e gli distrugge la Maserati

La furia della donna dopo la scoperta del tradimento è stata talmente tanta da spingerla a inibire i propri freni e scagliarsi con violenza contro l'automobile che il marito custodiva in garage. Il veicolo, stando alle dichiarazioni, sfoggiava il logo Maserati e il danno non è di certo passato inosservato agli occhi dell'uomo che, dopo essere sceso in garage e aver valutato la situazione, ha deciso di recarsi alla polizia per sporgere denuncia. La vendetta della donna è sicuramente riuscita perfettamente, ma questo suo atteggiamento le è costato caro in quanto, oltre a una denuncia per danneggiamento, le toccherà pagare un risarcimento di 300mila euro all'ormai ex-marito.

L'ammontare dei danni è stato calcolato osservando e analizzando i vari oggetti, tra quadri, mobili, soprammobili e veicolo personale, che la moglie ha distrutto in preda a una crisi di rabbia. Fortunatamente per l'amante dell'uomo, la donna ha deciso di non sfogare la propria rabbia contro di lei, lasciandola illesa ed evitando l'aggravarsi della propria situazione.

Non è dato sapere, al momento, se la donna avesse avuto un sospetto in merito alla relazione segreta del marito ed è impossibile azzardare l'ipotesi che il rientro anticipato sia stato volontario proprio per incastrare il marito, ma di certo la situazione non è passata inosservata.

Un tradimento scoperto grazie a un amico a 4 zampe

Una situazione leggermente diversa è successa a Fano, dove un uomo utilizzava la scusa di portare il cane a fare una passeggiata per incontrarsi con l'amante. La moglie si è insospettita a causa dell'atteggiamento dell'animale che, nonostante le lunghe passeggiate di 2 o 3 ore, non risultava mai stanco e palesava spesso il desiderio di uscire per passeggiare. Poco convinta dall'atteggiamento del cane e del marito, la donna ha deciso di seguirli durante una delle loro passeggiate, scoprendo l'arcano mistero: il marito si recava nell'abitazione dell'amante in un paese poco distante dal loro.