Il tè matcha oggi è utilizzato oltre come ingredienti principale della cerimonia del tè in Giappone anche per altre ricette gustose e antiossidanti, come ad esempio quella per preparare il gelato in casa al gusto di tè matcha senza adoperare la gelatiera, una variante deliziosa e davvero rinfrescante, diversa dai classici gusti che troviamo nelle gelaterie locali e ovviamente la preferita dai giapponesi.

Cos’è il tè matcha?

Si tratta di un tè verde giapponese dal colore verde molto intenso e dalle proprietà benefiche straordinarie tanto che le sue proprietà antiossidanti sono superiori rispetto a qualsiasi altro tè verde. I coltivatori giapponesi raccolgono le foglie a mano e poi le macinano direttamente grazie all’uso di mulini di pietra ed è per questo il motivo per cui lo troviamo presentato in polvere molto fine rispetto agli altri tè verdi in commercio. E’ reperibile nei negozi bio, etnici e ovviamente anche ordinandolo comodamente da casa attraverso i negozi online.

Il procedimento per fare il gelato

Tempo di preparazione: 10 minuti

Ingredienti:

  • 100 ml di latte intero
  • 90 g di zucchero semolato
  • 1 pizzico di sale fino
  • 100 ml di panna fresca vegetale per dolci non zuccherata
  • 2 cucchiai di tè verde matcha

Preparazione

Versare in un contenitore il latte a temperatura ambiente assieme allo zucchero semolato, ad un pizzico di sale fino e a 2 cucchiai rasi di tè verde matcha in polvere.

Mescolare per bene gli ingredienti per ottenere un composto omogeneo. A parte in una terrina montare la panna fresca ed unirla al composto precedentemente preparato e con le fruste elettriche incorporare il tutto. Versare il preparato in uno stampo da plumcake e metterlo nel freezer per farlo indurire coprendolo con della stagnola. Dopo circa mezz’ora mescolarlo per evitare che si formino grumi e rimetterlo nel congelatore per altre 3 ore circa.

Rimuovere il gelato almeno dieci minuti prima di servirlo decorandolo aggiungendolo delle foglioline di menta fresca. Si può conservare tranquillamente nel freezer per 2-3 mesi.

Varianti

Potete arricchire il gelato aggiungendo nel momento di servirlo della granella di pistacchi o di mandorle, oppure anche delle gocce di cioccolato fondente, mentre per chi vuol dare un tocco ancora più esotico, niente male anche l’aggiunta di farina di cocco disidratato.

Chi ha problemi di intolleranza al lattosio può sostituire il latte vaccino con quello di riso o di soia e usare la panna per dolci senza lattosio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto