Questa ciambella è un classico tra i dolci homemade da credenza, goloso, genuino e adatto a tutta la famiglia.

E’ ottimo a colazione o per merenda per via della sua consistenza, veramente facile e divertente da preparare anche con i bambini per via del gioco di venature che si creano - che ricordano appunto quelle del marmo - mescolando assieme due impasti bicolore.

Tempo di preparazione: 10 minuti.

Tempo di cottura: 30 minuti.

Difficoltà: facile.

Ingredienti per uno stampo a una ciambella di 22-24 cm di diametro:

  • 3 uova intere a temperatura ambiente
  • 125 gr di zucchero semolato
  • sale fino
  • 80 gr di burro di qualità
  • 1 bicchiere di latte
  • 250 gr di farina 00
  • 50 gr di fecola di patate
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bustina da 16 g di lievito in polvere per dolci
  • 30 g di cacao amaro in polvere
  • zucchero a velo

Come preparare la ciambella marmorizzata

Accendere il forno a 180°C in modalità statico e ammorbidire il burro a bagnomaria.

In una ciotola capiente montare le tre uova intere con lo zucchero e un pizzico di sale fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso. Poi aggiungere il burro tiepido e morbido e il latte e mescolare per bene. Successivamente unire delicatamente anche la farina setacciata con il lievito, la vanillina e la fecola ed amalgamare ancora fino ad avere un composto omogeneo e senza grumi.

Poi dividere l’impasto in due parti e in una aggiungere il cacao amaro.

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Ricette

Versare la pastella chiara nello stampo a ciambella (imburrato e infarinato precedentemente) e poi disporre a cucchiaiate sparse il composto scuro. Per realizzare l’effetto marmorizzato, con un coltello creare dei cerchi nell’impasto ma senza esagerare altrimenti i due impasti si amalgamano troppo tra di loro e si perde l’effetto.

Mettere in forno e far cuocere per una trentina di minuti circa ma verificando facendo la prova stecchino; poi sfornare e far raffreddare almeno mezz’ora prima di capovolgerla su un piatto.

Spolverizzare con lo zucchero a velo e servire a fette.

La ciambella si conserva per 4-5 giorni sotto una campana di vetro e si consuma sia al naturale che inzuppandola in una tazza di latte o accompagnandola ad un buon caffè.

Varianti

Se non avete a portata di mano uno stampo a ciambella, potete usare uno stampo da plumcake e seguire lo stesso procedimento.

Per una versione più light è possibile sostituire il burro con l’olio di semi.

Molto buona è anche la versione al caffè, dove si sostituisce il cacao con del caffè liofilizzato.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto