La Burrobirra è una bevanda del mondo magico di Harry Potter. Essa è conosciuta dagli abitanti del mondo magico uscito dalla penna di J.K.Rowling, e può essere servita sia nella versione calda nel boccale sia nella versione fredda in bottiglia.

Viene citata per la prima volta in "Harry Potter e il Prigioniero di Azkaban", il terzo capitolo della saga, nel primo momento in cui il protagonista la assaggia nel pub "I Tre Manici di Scopa" a Hogsmeade, e la trova calda e squisita.

Il sapore viene descritto dalla scrittrice come simile al "Butterscotch", dal gusto simile al caramello, e avrebbe una leggera gradazione alcolica.

Nel libro "Harry Potter e il Principe Mezzosangue" infatti, Harry si preoccupa di come potrebbero comportarsi i suoi amici Ron e Hermione sotto l'influenza della Burrobirra durante una festa organizzata dal Professor Lumacorno, lasciando supporre che potevano essere più disinibiti, come potrebbe succedere con il consumo eccessivo di una bevanda alcolica. Inoltre, nel quarto capitolo della saga, si scopre che gli elfi domestici possono ubriacarsi con la Burrobirra, come accade all'elfa Winky che, dopo essere stata licenziata, diventa dipendente da questa bevanda e presenta gli effetti di un'ubriacatura.

La ricetta

Esistono varie versioni della ricetta della Burrobirra. Questa versione è personalizzata, analcolica, ed è adatta per grandi e piccini.

Gli ingredienti:

  • 100 ml di acqua
  • 4 cubetti di burro
  • Una tazzina di zucchero (normale o di canna)
  • Mezzo cucchiaino di aceto di mele
  • 100 ml di panna spray (o panna liquida per dolci)
  • Una lattina di thé alla pesca (o in alternativa, mezzo litro di gazzosa)

Per decorazione:

  • Codette di zucchero/ confettini multicolore
  • Panna spray

Procedimento

Come prima cosa occorre versare l’acqua e lo zucchero in un pentolino, e mescolare a fiamma bassa con un cucchiaio di legno fin quando lo zucchero non diventa caramellato, e assume un bel colore denso e scuro.

A questo punto, quando la consistenza è diventa cremosa, aggiungere il burro, la panna, l’aceto e continuare a mescolare sul pentolino, mantenendo sempre il fuoco basso.

Una volta che il composto si è ben amalgamato, spegnere il fuoco e aspettare una decina di minuti, il tempo che il composto si è raffreddato. Successivamente, aggiungere il thé alla pesca o la gazzosa.

Versare nel bicchiere e aggiungere la panna spray per ricreare la parte finale schiumosa e le codette di zucchero o i confettini multicolore per decorare.

Non solo Harry Potter: la Burrobirra ai tempi dei Tudors

Sebbene sia diventata famosa con la saga di Harry Potter, in realtà la Burrobirra non è stata un'invenzione della Rowling.

Tra il XV e l'inizio del XVII secolo infatti, durante l'epoca dei Tudor, esisteva una bevanda chiamata Buttered beere, che compare in un libro di Ricette di cucina chiamato "The Good Huswifes Handmaide for the Kitchin" risalente al al 1588. In questa prima versione, gli ingredienti utilizzati erano lo zucchero, il tuorlo d'uovo, chiodi di garofano, la noce moscata, il burro fuso, lo zenzero e anche il British Ale.

Segui la pagina Curiosità
Segui
Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!