Le tradizioni popolari calabresi per i festeggiamenti pasquali sono ricche di rituali dal sapore paesano e contadino, dense di folklore e di credenze che ancora oggi riscuotono nelle nuove generazioni attrazione e fascino. I particolare ci sono due dolci particolarmente gettonati in Calabria: le sgute (o "gute") e i fraguni (o "jialuni")

Le sgute calabresi

Le "sgute" o "gute" sono dolci tipici del periodo pasquale, esse prevedono un tipo di preparazione semplice. Innanzitutto il termine è nato presso nella provincia di Reggio Calabria, dunque esso varia da paese a paese, sebbene gli ingredienti per tale dolce siano ovunque gli stessi.

Essi hanno un'origine non certa, probabilmente orientale, e rappresentano il simbolo per eccellenza della fine della Quaresima.

In questo dolce l'uovo viene messo al centro del dolce in modo tale da cuocersi in forno, con il resto della pasta. Le forme che assumono le sgute sono svariate, da corone a cestini, da colombe a cuori.

Ingredienti

  • 1 kg di farina “00"
  • 350 gr di zucchero
  • 300 gr di burro
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 bicchierino di Vermut o liquore strega
  • buccia di limone o arancia grattugiata
  • 4 uova intere
  • latte q.b

Preparazione

Per quanto riguarda la preparazione, occorre maestria e manualità nel lavorare la pasta, tuttavia è facile imparare già dalla prima preparazione.

Bisogna prendere una ciotola e rompere le uova (preferibilmente tre) con lo zucchero, poco alla volta aggiungete la farina continuando a mescolare (a "miscitare" in dialetto calabrese) versate il lievito (preferibilmente vanigliato), il burro sciolto, il latte e - se si preferisce un aroma abbastanza forte - il liquore.

Mescolate finché non avrete un impasto da stendere col mattarello, dopodiché formate ciò che più vi piace ed infine ponete al centro del preparato un uovo (simbolo Pasquale della resurrezione).

Infornate il tutto a circa 180° per 25 minuti. Tale dolce generalmente viene preparato anche durante la Domenica delle palme e durante la settimana santa.

I Fraguni o jialuni: gli ingredienti

Un altro dolce tipico pasquale della Calabria sono i fraguni (o jialuni), il nome di questi dolci dipende dalla pronuncia dialettale, il quale è differente da una località all'altra.

Per la pasta frolla:

  • Farina 250 grammi
  • Due uova
  • Burro oppure in alternativa olio di semi
  • Zucchero (1 cucchiaio)
  • Sale (un pizzico)

Per il ripieno:

  • Ricotta (250 grammi)
  • Zucchero (100 grammi)
  • Un uovo
  • Scorza di limone grattugiata e cannella

Procedimento

Inizialmente va preparata la sfoglia ricavando un panetto morbido, successivamente lo si fa riposare per circa 30 minuti e ci si dedica alla crema. La ricotta (preferibilmente vaccina, ma anche di pecora) permette al composto un sapore unico. Dopo aver lavorato i vari ingredienti, va stesa la pasta sfoglia col mattarello e poi vanno formati dei cesti modellandoli con le dita, immergendo la ricotta e infornando il tutto a circa 180°.

Il dolce va tolto dal forno quando saranno ben dorati e poi può essere servito con l'aggiunta di zucchero a velo per dare un tocco in più.

Segui la pagina Ricette
Segui
Segui la pagina Calabria
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!