Nell'Angelus di oggi 14 luglio da Castelgandolfo, Papa Francesco ha sottolineato l'importanza dell'accoglienza del prossimo.

Giunto a Castelgandolfo in auto e non in elicottero, il papa ha recitato la preghiera mariana affacciandosi direttamente dal portone del Palazzo Apostolico e non dal balcone del cortile interno, come è usanza. Del resto, papa Francesco scardina tutte le tradizioni.

Prima della recita dell'Angelus il papa ha commentato la parabola del buon samaritano, stigmatizzando l'atteggiamento di sacerdoti e leviti che lasciano il povero malcapitato per strada mentre un samaritano (cioè una persona disprezzata secondo il pensiero dell'epoca) è un vero e proprio esempio dell'amore per il prossimo.

Papa Francesco ha sottolineato che Dio vuole la misericordia e non la condanna. È difficile non leggere queste parole alla luce della sua recente visita a Lampedusa, dove approdano persone che spesso sono disprezzate...

Oggi, inoltre, si celebrano i quattrocento anni della morte di San Camillo de' Lellis, fondatore dell'Ordine dei Chierici Regolari Ministri degli Infermi, patrono dei malati, degli ospedali e del personale ospedaliero.

È in quest'ottica che papa Francesco ha augurato ai medici e agli infermieri di tutto il mondo di essere animati dallo stesso spirito di san Camillo.

Infine, papa Francesco ha ricordato la Giornata Mondiale della Gioventù che si terrà a Rio de Janeiro nei prossimi giorni. Colpito dall'entusiasmo dei presenti, papa Francesco ha sottolineato come in piazza ci fossero sì tanti giovani, ma che tutti i presenti erano giovani di cuore!

Non perdere le ultime news!
Clicca sotto sull’argomento che ti interessa. Ti terremo aggiornato con tutto quello che non puoi perdere.
Papa Francesco

Conclusa la recita dell'Angelus, il papa ha formulato i saluti a vari gruppi e, sottolineando come domani sia la festa di san Bonaventura, patrono di Albano Laziale (la diocesi in cui c'è il Palazzo Apostolico) ha scherzato dicendo: "Vorrei mandarvi una torta, ma tanto grande non so se la fanno!".

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto