Dopo aver sbancato, come suo solito, tanti stadi italiani (in ordine: Roma, Milano, Catania, Padova, Firenze, Pescara, Salerno, Trieste, Torino, Bologna e Bari), dove ha quasi sempre fatto sold out, il rocker di Correggio Luciano Ligabue sbarca per la prima volta oltreoceano, portando così in Canada e negli Stati Uniti il suo Mondovisione tour - Mondo 2014. Non è però la prima volta che il Liga - come lo chiamano affettuosamente i fan - varca i confini nazionali: ha infatti già suonato, due volte, a Londra, Amsterdam e Vienna. Queste le date di questa stimolante mini tournée: il 18 ottobre a Toronto, il 19 a New York, il 22 a Los Angeles, il 24 a San Francisco, per concludersi il 26 ottobre a Miami.

Ad accompagnarlo sul palco il fedelissimo (ormai da vent'anni dopo l'esperienza coi Litfiba) Federico "Fede" Poggipollini, Niccolò Bossini alle chitarre, Luciano Luisi alle tastiere e programmazioni, Michael Urbano alla batteria (coi quali collabora dal 2006) e Davide Pezzin al basso aggiuntosi solo dall'ultimo album. C'è molta curiosità sull'accoglienza che riceverà il Liga dall'esigente pubblico americano, che negli anni scorsi ha accolto con tutti gli onori alcuni nostri artisti da esportazione: Pavarotti, Laura Pausini, Zucchero, Al Bano e Romina, Bocelli, Ramazzotti, Jovanotti, Toto Cutugno e Tiziano Ferro. Ultimamente anche il trio "Il volo", i giovanissimi tenori lanciati qualche anno fa da Ti lascio una canzone, Talent di Raiuno.

Aspettando questa nuova prova del fuoco per Ligabue, che ama sempre alzare l'asticella e mettersi in gioco con nuove esperienze, in radio da oggi sta circolando "Siamo chi siamo", quinto singolo estratto dal fortunatissimo Mondovisione.

I migliori video del giorno

I precedenti sono Il sale della terra, Tu sei lei, Per sempre e Il muro del suono. Forza Liga, conquista anche America e Canada. Viste le precedenti esperienze, è molto probabile che questo mini-tour sarà raccolto in qualche disco, magari in uscita a Natale. Una chicca da regalare sotto l'albero ai fan del Liga. Ma ogni cosa a suo tempo.