Da pochi giorni è uscito "Slogan", il suo terzo album ufficiale, interamente prodotto da "Big Fish", uno dei più quotati e stimati produttori musicali nel panorama rap italiano, tuttavia moreno  rifiuta la definizione di "rapper", preferendo quella di "Cantante di canzoni rap". Una differenza di denominazione che può sembrare sottile, ma in realtà non lo è affatto, perché fa riferimento ad un modo di intendere la Musica molto diverso da quello del rap, ormai stabilmente considerato come il genere musicale più rappresentativo delle nuove generazioni.

Moreno e il rap, un rapporto complicato

Moreno Donadoni è nato a Genova nel 1989, da genitori originari di Napoli e Palermo, nella città ligure è cresciuto ed ha mosso i primi passi come rapper, dedicandosi soprattutto all'arte dell'improvvisazione (freestyle), sfoggiando grandi doti ed un'inventiva fuori dal comune che gli hanno permesso, ancora giovanissimo, di vincere numerose competizioni, anche a livello nazionale.

Il successo e la fama però Moreno li ha raggiunti soltanto qualche anno dopo, nel 2013, grazie alla partecipazione al noto programma Mediaset "Amici di Maria De Filippi", il talent show per eccellenza, che Moreno è riuscito addirittura a vincere. Successivamente sono arrivati un contratto discografico con la Universal, la partecipazione al Festival di Sanremo del 2015 e due album ufficiali (Stecca, nel 2013 e  Incredibilenel 2014) che gli hanno permesso di portarsi a casa complessivamente due dischi di platino ed un disco d'oro.

Tuttavia la scena rap, intesa come l'insieme di pubblico e artisti, non ha mai accettato del tutto Moreno, non perdonando al cantante ligure la partecipazione al noto talent show di Maria De Filippi, un scelta percepita dal pubblico come una scorciatoia per arrivare al successo, una decisione in forte contrasto con i valori della cultura Hip Hop ai quali un rapper "dovrebbe" fare riferimento.

I migliori video del giorno

Tutto ciò ha generato un vero e proprio 'odio' diffuso nei confronti del cantante ligure, perpetuato e manifestato in maniera quasi unanime dagli abituali fruitori di musica rap e hip hop. Ma adesso è lo stesso Moreno a prendere le distanze, dicendo a chiare lettere di non sentirsi più un rapper, ma un cantante di canzoni rap.

Moreno: 'Non sono più un rapper' 

In una recente intervista rilasciata a TgCom 24, Moreno ha puntualizzato quale sia la sua cifra artistica attuale, parlando dei brani contenuti nel suo ultimo album "Slogan". Il vincitore dell' edizione 2013 di Amici ha dichiarato: "Con questo disco mi sono misurato con me stesso con i ritornelli pop, che mi sono trovato e scritto da solo e con dei concetti personali. Non sono pezzi rap, sono canzoni. E infatti non mi considero un rapper, ma un cantante di musica rap".

La differenza tra rapper e "cantante di canzoni rap" può essere compresa ancor meglio grazie a  quest'altra dichiarazione di Moreno, rilasciata sempre ai microfoni di TgCom 24: "Allargo il mio bacino (ndr, aumento il mio pubblico) e scendo al compromesso di scrivere ritornelli pop.

Sono orgoglioso di avere un pubblico che spazia dai bambini di 7 anni alle vecchine". Difficilmente un rapper potrebbe esprimere concetti del genere senza subire aspre critiche, dato che il rap è tutto tranne che musica per bambini.