Il nuovo tour in Italia dei Depeche Mode partirà da Roma il prossimo giugno e il gruppo ha scelto l'Italia per annunciare l'uscita dell'ultimo loro album “Spirit” a tre anni dall’ultimo loro lavoro "Delta Machine". Non ci sono dubbi sul successo dell’evento che scatenerà i milioni di fan della band che in trent’anni di attività ha venduto più di 100 milioni di dischi, contribuendo notevolmente a scrivere la storia del rock.

Date del tour italiano dei Depeche Mode

Il gruppo hanno annunciato, in un elegante "total black",  il loro ritorno dal palco del Teatro dell’Arte, dando una breve e inaspettata piccola anteprima in conferenza stampa a Milano.

Da qui hanno annunciato il loro nuovo tour mondiale il “Global Spirit Tour” che si aprirà a Stoccolma il 5 maggio 2017 e si concluderà il 23 luglio in Romania. Le date italiane dei concerti dei Depeche Mode saranno il 25 a Roma il 27 a Milano e il 29 giugno a Bologna. Saranno previste anche delle date americane che avranno un intento benefico, allo scopo di supportare Charity Water, un’organizzazione che svolge la propria missione per fornire acqua potabile a popolazioni che ne hanno bisogno per la loro sopravvivenza. Per i biglietti del concerto dei Depeche Mode bisognerà stare come al solito in agguato: secondo il programma le prevendite dovrebbero iniziare online sabato 15 ottobre.

“Spirit”: l’ultimo album in uscita dei Depeche Mode

Poche le anticipazioni sull’ultimo disco “Spirit” dei Depeche Mode che uscirà la prossima primavera e sul quale stanno ancora lavorando.

I migliori video del giorno

Il gruppo assicura, che si tratterà di un disco ancora più bello di "Delta Machine", avendo lavorato con un produttore nuovo, che ha dato al lavoro sonorità innovative e molto suggestive. Anche i contenuti  tematiche di “Spirit” non sono ancora trapelati, ma potrebbero esserci, molto probabilmente, riferimenti a guerre e attualità di ordine internazionale. Inoltre nessuna speranza per i fan di rivedere Alan Wilder rientrare nel gruppo, avendo, lo stesso Gahan, annunciato l’impossibilità di una reunion.