Phil Collins, ex batterista e voce dei Genesis, famoso gruppo rock progressive britannico, torna in concerto in Europa nel 2017: una gioia per i fan, che visto l'ultimo periodo di pausa dal lavoro, causato dai problemi di salute dovuti ai fantasmi dell'alcol, e i 65 anni dell'artista, pensavano ad un ritiro definitivo dalle scene. I suoi otto dischi da solista sono stati rimasterizzati e ristampati per l'occasione, oltre che valorizzati dall'aggiunta di b-side, demo inediti e registrazioni live, mentre si vocifera che nel 2017 potrebbe uscire un nuovo disco, corredato da un tour, a distanza di ben 15 anni dall'ultimo lavoro "Testify".

Phil Collins: le date del suo nuovo tour in Europa

Phil Collins ha annunciato che tornerà sul palco a suonare in una diretta Facebook sulla sua pagina: il tour si chiamerà "Not Dead Yet: live", a cinque anni di distanza dalla pausa che prese per vari problemi di salute.

Il cantante 65enne si è esibito live per tre date nel 2016: la prima a Miami, in un concerto per beneficenza, poi a Losanna e infine agli US Open di New York, ad agosto scorso.

Per quanto riguarda le annunciate date in Europa, per ora sono state confermate Londra il 4, 5, 7, 8 e 9 giugno alla Royal Albert Hall, Colonia nei giorni 11 e 12 giugno alla Lanxess Arena e Parigi il 18 e 19 giugno alla Accor Hotels Arena, a cui sicuramente si aggiungeranno nuove tappe.

Una biografia in arrivo per Phil Collins

Oltre alla notizia delle date europee del nuovo tour, è in arrivo questa settimana sugli scaffali delle librerie inglesi "Not Dead Yet", l'attesa biografia ufficiale, pubblicata da Century Publishers edizioni.

Phil Collins, oltre ad essere un batterista dal talento formidabile, è stato frontman dei Genesis dal 1976, in sostituzione a Peter Gabriel, nonostante gli ultimi album della band inglese fossero meno brillanti rispetto ai primi lavori.

I migliori video del giorno

Solo negli Stati Uniti ha venduto la bellezza di 33.5 milioni di copie tra il 1976 e il 2010, mentre nel resto del mondo è arrivato fino a 150 milioni.

Tra le sue canzoni più famose, ricordiamo capolavori come "In the Air Tonight" (1981), "You Can't Hurry Love" (1982), "Against All Odds" (1984), "Sussudio" (1985) e la mitica "Another Day In Paradise" (1989).