Ad un anno dalla terribile strage che spezzò la vita di 93 persone, il locale parigino ha annunciato la sua riapertura. Sarà il cantautore Sting a dare inizio alla nuova vita del bataclan con un concerto la sera del 12 novembre, come annunciato dalla Lagardère Unlimited Live Entertainment e come confermato poi dallo stesso Sting in un tweet di oggi e sul suo sito. Il giorno successivo, per il primo anniversario della strage, il Bataclan ospiterà una cerimonia per rendere omaggio alle vittime e all’evento saranno inoltre presenti anche gli Eagles of Death Metal, la band che era intenta a suonare il 13 novembre 2015, quando il commando jihadista irruppe nella sala da concerto aprendo il fuoco sugli spettatori.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Rap

Inizialmente pareva dovesse essere Pete Doherty ad inaugurare la riapertura del Bataclan, ma il tweet dell'ex Police ha smentito questa voce e confermato che sarà proprio l’ex Police ad esibirsi per primo.

Pete Doherty si esibirà al Bataclan il 16 novembre e, successivamente, seguiranno i concerti del cantante senegalese Youssou N'Dour e di Marianne Faithfull.

I lavori di ristrutturazione del locale sono terminati in tempi piuttosto brevi, se si considera che durante l'estate l'edificio era ancora nascosto dalle impalcature. Oltre alle ristrutturazioni interne della sala, distrutta dalla furia dei terroristi, il Bataclan sfoggerà una nuova facciata e un nuovo automatismo per l'apertura delle porte. Come annunciato da Sting in persona sul proprio sito web: “Nel riaprire il Bataclan abbiamo due importanti compiti: il primo è di ricordare e onorare coloro che hanno perso la vita negli attacchi di un anno fa, il secondo è di celebrare la vita e la musica”. I ricavi dei biglietti saranno devoluti alle due associazioni per le vittime delle stragi, Life for Paris e 13 Novembre, Fraternité VeritéOra, l’ex Police ha il compito e il grande onore di riportare, per primo, nuova musica e nuova vita in un locale, che era diventato tristemente il simbolo del terrore e della morte, esorcizzando la paura senza però mai dimenticare.

I migliori video del giorno