the doors: 50th Anniversary Deluxe Edition”, 50 anni sono passati dall’uscita dell’album “The Doors, omonimo lavoro che diede l’inizio a una leggenda musicale ancora non esaurita. Questa prima produzione aprì letteralmente le porte a Morrison e compagni nel firmamento della notorietà. Per commemorare questo storico anniversario è in programma la pubblicazione di un cofanetto in edizione speciale costituito da tre dischi.

E’ prevista per il 31 marzo la comparsa negli store di “The Doors: 50th Anniversary Deluxe Edition”, composto dalle versioni mono e stereo completamente rimasterizzate del disco originale e una registrazione live del concerto al Matrix di San Francisco risalente al marzo 1967.

Di seguito ecco le tracce e la lista del materiale contenuto per ripercorrere la storia musicale del gruppo

Ecco la track list ufficiale

Disc One (Original Stereo Mix)

Disc Two (Original Mono Mix)

Break On Through (To The Other Side) Soul Kitchen The Crystal Ship Twentieth Century Fox Alabama Song (Whisky Bar) Light My Fire

Back Door Man I Looked At You End Of The Night Take It As It Comes The End

Disc Three: Live At The Matrix, March 7, 1967

Break On Through (To The Other Side) Soul Kitchen The Crystal Ship Twentieth Century Fox

Alabama Song (Whisky Bar) Light My Fire Back Door Man The End

LP (Original Mono Mix)

Side One

Break On Through (To The Other Side) Soul Kitchen The Crystal Ship Twentieth Century Fox Alabama Song (Whisky Bar) Light My Fire

Side Two

Back Door Man I Looked At You End Of The Night Take It As It Comes The End

La notizia è giunta proprio il 4 di gennaio, data particolarmente evocativa visto che proprio in questo giorno a Venice, zona di Los Angeles che ha visto le prime mosse dei Doors, è in corso il “Day of the Doors”, omaggio al gruppo californiano con la presenza dei componenti ancora in vita , il batterista John Densmore e il chitarrista Robby Krieger.

I migliori video del giorno

Invitati anche i familiari del leader Jim Morrison e del tastierista Ray Manzarek. Non ci sono dubbi, questo è stato il modo migliore di celebrare il gruppo forse più influente nel mondo del rock, sia alla ricerca del più puro "peace and love", che negli oscuri meandri del più cupo rock decadente.