Michele Bravi è il cantante italiano in gara a Sanremo 2017 nella categoria Big. La sua interpretazione canora è avvenuta ieri 9 febbraio 2017 in prima serata su Rai 1, durante la seconda puntata della sessantasettesima edizione del Festival della Canzone Italiana, ed il brano con il quale ha partecipato si chiama "Il Diario degli errori", e da oggi è disponibile anche il video su You Tube.

L'artista appena 22enne ha già avuto delle importanti collaborazioni, dopo la sua vincita ad "X Factor", il talent show nel quale era il cantante Morgan a seguirlo professionalmente. È stato poi notato da Mika, da Tiziano Ferro, il quale gli scrive "La Vita e la felicità".

Michele canta la canzone scritta da Federico Zampaglione "Sotto una buona stella", colonna sonora del film con Carlo Verdone e Paola Cortellesi; altri brani che Bravi interpreta sono: "A passi piccoli", "Un giorno in Più", "I Hate Music".

Significato del testo e video del singolo

Il testo della canzone sembra raccontare che la vita del protagonista è piena di errori, causati dalla voglia di vivere ogni esperienza che può essere proposta durante il cammino di ogni essere vivente, che non dà l'esigenza di ascoltare i consigli delle persone più sagge, amiche e quelle con più consapevolezza e conoscenza, ma si reagisce solamente d'intuizione propria. Sì dà poco credito alle persone che ci tendono la mano, soprattutto durante la propria sofferenza, perché la fretta di buttarsi nelle occasioni che si presentano, sembra quasi non voglia permetterci di aspettare, e di farci ragionare.

I migliori video del giorno

Avendo questo atteggiamento è normale che si facciano tanti errori, ma c'è sempre qualcosa o qualcuno che s'incontra e che nella vita ci fa stare bene, e non sarà mai uno sbaglio. Non si pensa mai alle conseguenze, ma si vuole solo tentare, sopravvivere e rischiare, e non sempre va come dovrebbe andare, perché può esserci il rischio di perdere tutto e non tornare indietro. Il cantante nel brano si riferisce a qualcuno d'importante per lui, il quale sembra essere l'unica nota positiva della sua esistenza.