3

Ascoltate la vostra sete di cultura. Che siate amanti della fotografia, del vintage, semplicemente curiosi o di passaggio, vale la pena fermarsi un'oretta nelle sale Forma Meravigli (via Meravigli, 5, Milano) per un nostalgico ritorno al passato. Scoprirete uno dei più grandi fotografi viventi, Robert Frank (nato a Zurigo, classe 1924, naturalizzato statunitense) e un'America genuina, ormai lontana dal nostro presente ma ancora impregnata di vita. Da qualcosa come 28.000 negativi, catturati durante il suo viaggio attraverso il continente americano fra il 1955 e il 1956, Frank selezionò 83 scatti che pubblicò in una raccolta: "Gli Americani", esposta qui a Milano nella versione completa.

Alcune edizioni della raccolta sono introdotte da uno scritto di Jack Kerouac, grande scrittore statunitense, famoso per i suoi folli viaggi 'on the road'.

Perchè visitare la mostra?

Per gli amanti del genere questa è un'occasione da non perdere: le fotografie esposte sembrano quasi essere la testimonianza visiva dell'atmosfera da fast food, drive in, automobili e asfalto cocente protagonista dei romanzi e della vita di Kerouac. Perché pagare per guardare delle fotografie (seppur eccellenti) oggi facilmente reperibili on-line? Perché come tutte le esperienze vissute dal vero, trasmettono enormi emozioni che spesso i supporti digitali non possono dare, specie se, come in questo caso, l'originale è in analogico.

Perché questi scatti emozionano così tanto?

Questi scatti rappresentano un'America mai vista prima, colta nella sua natura, un'America vera, dall'atmosfera fifties ormai perduta.

I migliori video del giorno

Inquadrature spontanee, composizioni straordinarie. La naturalezza in cui vengono colti i personaggi è struggente, come le loro gesta, gli sguardi. Cruda realtà in bianco e nero, quelli che per l'autore Robert Frank sono i 'colori' della sua fotografia; una preziosa testimonianza dell'altra faccia del sogno americano, la sponda reale fatta di quotidianità e sofferenza. L'allestimento della mostra semplice ed essenziale, seppur banale per alcuni, è molto efficace e in linea con il contesto. Volti, strade cocenti, bar, automobili, fast-food e ristoranti, giovani ed anziani, comizi, cow boy, sigarette e jukebox, un viaggio a stelle e strisce. Bisogna lasciarsi guidare sulla strada delle emozioni che queste immagini susciteranno. Si troveranno fattori assai contemporanei: mai come al giorno d'oggi, capire il passato è essenziale per comprendere il presente. E male, di sicuro, non fa.