Cari amici e lettori, oggi è un vero piacere avere qui con noi una delle band del momento. Ci riferiamo agli Stil Novo, gruppo rock che sta diventando sempre più importante nel panorama musicale italiano. Abbiamo intervistato il leader della band, Viames Arcuri che, in esclusiva per "Blasting News", si è raccontato a 360 gradi, parlando anche dei suoi prossimi progetti lavorativi.

Ciao ragazzi, per prima cosa presentatevi ai nostri lettori

Siamo gli Stil Novo, una band guidata da 2 fratelli un po' pazzoidi di Crotone: abbiamo coinvolto degli sfortunati bolognesi in un lungo viaggio musicale che va avanti ormai da 15 anni.

Ci chiamano gli "Oasis italiani", perché siamo molto legati al suono brit anni '90; non ce ne siamo mai lamentati, perché tutto sommato ci piace.

Come descrivereste il vostro stile musicale e cosa vi ha portato fin qui?

Facciamo molta fatica a descriverci, per via delle tantissime influenze musicali che ci portiamo dietro: c’è una base cantautorale (ci piacciono ad esempio Rino Gaetano, Lucio Battisti e Fabrizio de Andrè), contaminata però da tutto il rock possibile, dai Beatles ai Deep Purple, dai Led Zeppelin, fino ai Muse e ai Coldplay. A proposito di contaminazioni, il nostro percorso è caratterizzato da diverse collaborazioni: abbiamo duettato con artisti davvero fantastici come Omar Pedrini, Federico Poggipollini e Andy dei Bluvertigo.

È da poco uscito il nuovo singolo "Il mio lato oscuro", in collaborazione con Daniele Groff: raccontateci qualcosa di più a tal proposito

Daniele è uno dei miei punti di riferimento musicali: da adolescente il suo è stato il secondo disco che ho comprato (il primo era "La fabbrica di plastica" di Grignani).

I migliori video del giorno

Lo abbiamo conosciuto ad un suo concerto ad Anzola dell'Emilia e, vinta la timidezza iniziale, gli abbiamo regalato un nostro cd e siamo riusciti a fare due chiacchiere. Gli è piaciuta "Il mio lato oscuro", e da lì si è sviluppata l’idea di un duetto: è per me molto emozionante rivedermi nel videoclip mentre canto vicino all’autore di "Io sono io" e "Sei un miracolo", due canzoni che mi hanno veramente segnato artisticamente.

Come vedete il vostro futuro tra 10 anni? Quali sono i sogni e progetti che desiderate realizzare?

Siamo ambiziosi, ma non ossessionati come molti dai traguardi da raggiungere. Il vero obiettivo è fare bella musica ed essere felici quando riascolti i tuoi dischi, o quando vedi la gente divertirsi ai tuoi concerti. Viviamo in un'epoca dove fare musica è diventato un mezzo per raggiungere uno status di successo, ed è una cosa abbastanza triste. Molti fanno robaccia sperando di diventare virali sul web, per me invece le canzoni vengono prima di tutto. Tra dieci anni spero che saremo diventati musicisti senza rimorsi, felici delle canzoni che avremo pubblicato.

Interessante intervista con gli Stil Novo

Avete un artista di riferimento a cui vi ispirate maggiormente?

Per me è Noel Gallagher! Lui racconta che quando morirà chiederà direttamente a Dio di poter entrare in paradiso e non per la sua bontà, ma perché ha scritto "Don't look back in anger". Secondo me è un autore di canzoni pazzesco, ed è consapevole di esserlo; è uno dei miei idoli, insieme a John Lennon e a Kelly Jones. Per mio fratello, il massimo è Michael Jackson. Adesso piace anche a me, ma da piccolo lo odiavo perché Antonio non ascoltava altro e faceva il moonwalker davanti allo stereo!

Potete darci qualche anticipazione sui prossimi impegni lavorativi?

Stiamo registrando un nuovo disco e siamo un po' straniti dal sound che sta venendo fuori, è qualcosa di completamente nuovo…Stiamo contaminando il nostro genere con il dark, sperimentando in studio di registrazione. Nel frattempo cerchiamo di fare più live possibili, anche di cover, per tenerci sempre in allenamento. Speriamo di poter fare presto anche un concerto con Daniele, siamo rimasti d’accordo di accompagnarlo in un live nell'esecuzione delle sue canzoni. Sarebbe davvero divertente suonare canzoni come "Daisy" e "Lamerica" insieme. Se lo raccontassi al me stesso che nel '99 ascoltava "Variatio 22" nella sua cameretta, non gli sembrerebbe vero!