A Londra, nello studio di Design Dorothy di Ali, Phil, Jim e Tich, è nata una “stampa concettuale" che troverà sicuramente compiaciuti gli amanti della Musica, sopratutto di quella anni ’70-'80!

Una delle ultime chicche dello studio infatti è la “World song map”: un planisfero in cui i nomi di grandi città, continenti, catene montuose, fiumi, laghi e oceani, sono sostituiti dai titoli di famose canzoni.

Voglio andare in "Sketches of Spain"

E così, solo per citare alcuni esempi, possiamo dare un’occhiata al nostro continente per scovarvi “Radio Free Europe” dei R.E.M. Oltreoceano invece ovviamente titolerà spavalda “Born in the U.S.A.” del "The Boss", e vicinissimo l’eterna “New York, New York” di Frank Sinatra.

In Oriente invece, tintinnerà, col suo motivato iniziale, “China Girl” del grande Bowie.

Tornando dalle nostre parti, la Spagna sarà “Sketches of Spain” del gigante del jazz Miles Davis e per Napoli è stata scelta “Moon Over Naples”, composizione di Kaempfert che, una volta aggiunte e parole, divenne nel ’66 singolo col nome di "Spanish Eyes", più famosa e cantata, tra gli altri, anche dal King Elvis.

Capolavori omonimi o descrittivi

Questi tra i titoli più famosi, o più curiosi, che si trovano a sostituire i nomi di Stati o importanti città. La carta però si avvale anche di un altro, per così dire, nesso di sostituzione. Infatti, laddove non sia possibile sostituire il nome con un titolo perché ad esempio si è di fronte al nome di un lago o catena montuosa che non hanno corrispondenti in titoli musicali, utilizzerà titoli di canzoni “descrittivi”, che quindi descrivano le caratteristiche dei nomi sostituiti : ad esempio il Mar Mediterraneo è “Holidays in the Sun”, dei Sex Pistols.

I migliori video del giorno

La 'The world song map' si presenta in definitiva come un’opera di design [VIDEO] coinvolgente per gli amanti della musica, che potranno dirsi soddisfatti e sicuramente incuriositi dalla mappa che offre l’occasione per conoscere qualche pezzo in più (ce ne sono 1200), per discutere sulle scelte dei designers, per esultare alla vista della propria canzone preferita e fare magari una playlist.

Lo studio Dorothy: il concetto di talento

Lo studio Dorothy è situato a Londra, fondato da Ali, Jim, Phil e Tich, ragazzi che precedentemente militavano nel campo della pubblicità, e che ora si occupano di manufatti, prodotti e stampe che definiscono 'concettuali'. I loro lavori sono visibili sul sito dello studio, riconosciuto a livello internazionale e citato da numerose testate giornalistiche di design che si fanno testimoni del loro talento.

Una cosa è certa, arredare la propria abitazione mettendoci del proprio, o comunque qualcosa che si ama, è il modo migliore per sentirsi "a casa".