Asia Argento insieme ad altre colleghe come Rose McGowen, Annabella Sciorra, Mira Sorvino, che hanno fatto scoppiare il caso contro il produttore americano Harvey Weinstein, non sono state invitate ai Golden Globes di quest’anno. Dopo essere state inneggiate per il loro coraggio e aver denunciato uno degli uomini più potenti di Hollywood ora si vedono voltare le spalle proprio da coloro che le appoggiavano.

Le parole di Asia Argento

Anche se i Golden Globes si sono conclusi già da qualche giorno se ne continua ancora a parlare. Molte donne, durante l’evento, hanno sfilato sul red carpet in abito nero come gesto simbolico [VIDEO]per solidarietà nei confronti delle vittime di violenze sessuali.La scelta di indossare un abito nero per l’evento nasce dall'idea del dal movimento “Time’sUp” appoggiato anche dalla Argento.

In merito alla sua assenza dichiara di parlare solo per quanto riguarda se stessa e continua dicendo che non solo non è stata invitata alla cerimonia ma nessuno le ha chiesto di dire la sua a riguardo Time’s Up, che sostiene pur essendo stata esclusa dall’evento.

Il sostegno delle colleghe

L’attrice italiana è stata fortemente appoggiata anche da alcune delle sue colleghe. Rose McGowen, in risposta a un tweet di Asia, ricorda inoltre di come fosse stata lei a rompere il silenzio e a denunciare Weinstein, dando così coraggio a tutte le donne nella loro stessa situazione e a lei stessa. La McGowen ha proseguito il tweet scioccata: “E nemmeno una di quelle stravaganti persone vestite di nero per onorare i nostri stupri avrebbe alzato un dito se non fosse stato così.

Pertanto stanca degli inganni di Hollywood, come lei stessa ha ribadito, la nota attrice di Once Upon A Time ha inoltre accusato l'attrice Meryl Streep di tenere un atteggiamento ipocrita indossando un abito di quel colore durante quell'occasione, pur avendo sempre evitato di denunciare Weinstein e la sua cattiva condotta.

Tale accusa ha portato la pluripremiata star a difendersi affermando di non essere mai stata a conoscenza di tali oscenità.

Anche la collega Rosanna Arquette, sorella degli altrettanto famosi Patricia e David, ha confermato sul social network Twitter il suo mancato invito ai Golden Globes, ricevendo un’amara risposta proprio da Asia Argento: "Sarebbe stato troppo triste... imbarazzante. Le vittime non sono abbastanza glamour" ha concluso la regista italiana in merito.