5

Il museo del Motorismo Siciliano e della Targa Florio ha aperto nuovamente le porte. Questa mattina si è svolta la cerimonia di riapertura dell'affascinante struttura, voluta fortemente dall'Aci (Automobile Club d'Italia) Palermo, dal club Aci Storico, dal Comune di Termini Imerese [VIDEO], con il patrocinio dell'assessorato regionale ai Beni culturali e dell'identità siciliana. Durante la manifestazione è stato festeggiato il compleanno del pluricampione della storica Targa Florio Ninni Vaccarella, che domani compirà 85 anni. All'evento di oggi erano presenti diversi rappresentanti del mondo automobilistico e della politica, tra cui: il sindaco di Termini Imerese Francesco Giunta, l'assessore allo Sport di Termini Imerese Salvatore Messineo, il vice sindaco di Termini Imerese Licia Fullone, il presidente dell'Aci Palermo Angelo Pizzuto, il team manager Giancarlo Minardi e il responsabile del museo Nuccio Salemi.

Il commento del primo cittadino Francesco Giunta

"Siamo onorati che oggi ci siano delle presenze importanti - ha commentato il sindaco Francesco Giunta - A Termini Imerese possiamo utilizzare lo sport motoristico come volano economico per questa terra che purtroppo soffre molto. Spero - ha aggiunto - che le istituzioni regionali e nazionali diano una mano a iniziative di questo genere. Mi fa piacere vedere la macchina di Ninni Rotolo con lo sponsor del Comune imerese, che porterà in tutto il campionato portando alto il nome della nostra città".

Soddisfazione dell'assessore allo Sport di Termini Imerese Salvatore Messineo

"Siamo qui oggi ad un evento eccezionale. Finalmente il museo della Targa Florio riapre le porte - ha detto l'assessore Messineo - Questo è un evento importantissimo collegato a una serie di manifestazioni, eventi e gare che sono parte del nostro programma in merito al motorismo territoriale".

Per l'assessore la città imerese rappresenta da sempre storicamente centro nevralgico per la Targa Florio, che in questi ultimi anni non lo è stato più. Messineo ha ricordato il programma intenso per rimettere al centro la città. Sabato scorso è stata avviata la stagione del Campionato italiano di Rally di velocità di montagna con Ninni Rotolo. "Stiamo mettendo tanta carne sul fuoco in modo che il mondo dell'automobilismo cittadino e delle zone limitrofe torni ad essere protagonista e diventi volano e fonte di attrazione per un territorio che ne ha bisogno - ha aggiunto - Oggi il museo potrà essere visitato dai cittadini termitani e non solo. Volevo ricordare che questo è un altro step di una serie di eventi". La Targa Florio tornerà a Termini Imerese con la prova spettacolo che si svolgerà all'agglomerato industriale. Il 7 e 8 luglio con Himera Corse è in fase di programmazione un'altro evento, il primo Himera Rally, che vedrà la presenza di cento equipaggi per due giorni. "E' questa l'idea che vogliamo - ha concluso Messineo - Termini deve tornare ad essere il punto di riferimento della cultura e del mondo sportivo".

Per il presidente Aci Palermo, Angelo Pizzuto: "Targa Florio evento importante anche da un punto di vista turistico"

Il presidente Aci Palermo Angelo Pizzuto ha ricordato che l'iniziativa è nata tanti anni fa e con il tempo è diventata sempre importante e punto di riferimento per i collezionisti che vogliono sapere di Targa e vogliono respirare quest'aria. Il museo è in collegamento con quello delle tribune di Floriopoli, che negli anni l'Aci ha tentato di rilanciare. "Questo restyling rappresenta un'ulteriore segno di attenzione verso una città che ha rappresentato molto per la Targa Florio - ha aggiunto Pizzuto - Proprio per questo motivo quest'anno torniamo col parco assistenza allo stabilimento ex Fiat (oggi Blutec)". Quest'anno tornerà la gara di velocità in salita "Termini Caccamo", secondo il presidente Aci Palermo tra le più belle della Sicilia e poi il Rally Himera Event, che coinvolgerà quattro territori. "Un progetto pilota che vogliamo portare avanti per i prossimi anni e dare a tutti gli appassionati di questo territorio l'opportunità di vivere la gara nei propri territori - ha continuato - La Targa Florio quest'anno è una consacrazione di un evento che non è solo un evento sportivo ma è importante anche dal punto di vista turistico. Termini è un paese molto importante. Negli ultimi anni ci siamo un po' allontanati. Ci vuole tanta passione per poter organizzare una gara". La Targa Florio classica, secondo il presidente, è cresciuta molto e la considera una grande realtà che unisce lo sport al turismo. "Su questo ci siamo concentrati negli scorsi anni con grande successo - ha concluso - Abbiamo anche esportato il modello della Targa Florio classica in altre realtà come l'Australia".

Nuccio Salemi entusiasta della riapertura della struttura

Io a quarant'anni non avendo più un posto fisso ho rispolverato la mia passione, pensando di realizzare qualcosa come questa struttura - ha commentato Nuccio Salemi - Oggi voglio dedicare tutto ciò alla città di Termini Imerese. Tutti, senza chiedere nulla alle istituzioni, possiamo rendere il nostro paese bello e appetibile".

Il parere del fondatore del team Minardi di Formula 1

Per Giancarlo Minardi è sempre un piacere venire qui in Sicilia. "Credo di aver trovato in questa terra una mia seconda giovinezza quando ho collaborato con Aci Sport per i cento anni della Targa Florio" - ha dichiarato - E' stata una delle più belle esperienze della mia vita sportiva con un pubblico molto appassionato e che mi vuole molto bene. E' un piacere rinnovare il rapporto di amicizia e collaborazione - ha concluso - Auguro a Nuccio Salemi tanta fortuna perché merita per la storicità che riesce a dare alla Targa Florio".