Amici "potteriani", attenzione: è ufficialmente aperta, a Milano, la mostra sulla celebre saga del maghetto inglese. Nel capoluogo lombardo, e più precisamente nella zona della Fabbrica del Vapore, è stato inaugurato da qualche giorno un evento interamente dedicato al mondo ideato dalla mente geniale di J.K. Rowling che, con i suoi 8 libri scritti tra la fine degli anni Novanta ed i primi anni del nuovo Millennio, ha venduto circa 450 milioni di copie in tutto il mondo.

Location particolare

La mostra si estende su circa 1.600 metri quadrati, in cui è possibile ammirare alcune sezioni delle ambientazioni dei film, oggetti particolari di scena, costumi autentici, ed anche le bacchette magiche utilizzate nelle varie pellicole.

Inoltre, sono presenti dettagliate ricostruzioni di alcune creature magiche, come l'ippogrifo Fierobecco e la famosa fenice del professor Silente, Fanny.

Ospiti d'eccezione della mostra sono stati James e Oliver Phelps che, nella saga cinematografica, hanno interpretato i gemelli Fred e George Weasley.

Biglietti a ruba

La mostra rappresenta un evento indubbiamente eccezionale [VIDEO] per tutti i fan di Harry Potter e, a dimostrazione di ciò, segnaliamo che ancor prima della sua apertura sono stati venduti circa 130 mila biglietti.

Soffermandoci sull'allestimento in sé, dopo aver comprato il tagliando ed aver varcato l'ingresso, ci si può far fotografare con la bacchetta magica di un mago a scelta, per poi essere successivamente smistati nelle famose quattro Case dal Cappello Parlante. Si possono visitare, così, la Sala Comune di Grifondoro (dopo aver ottenuto il permesso dalla Signora Grassa, s'intende...) e, procedendo nella visita, si accede al dormitorio dei ragazzi della casa del protagonista, dove è possibile imbattersi in una serie di oggetti particolari, come gli occhiali di Harry Potter, la bacchetta della sua migliore amica Hermione, uno dei famosi maglioni di lana di Ron, ed anche l'uovo che Harry dovette recuperare nella prima prova del Torneo Tremaghi (Harry Potter e il calice di fuoco).

Successivamente, si accede nelle aule in cui gli alunni sono soliti apprendere gli insegnamenti sulla magia. Ci sono, ad esempio, l'aula delle pozioni del professor Piton; quella di divinazione della professoressa Sibilla Cooman (esperta nel predire la morte dei suoi studenti); quella di difesa contro le Arti Oscure nel periodo in cui la cattedra è stata occupata dalla professoressa Dolores Umbridge. Infine, non manca l'aula di erbologia della professoressa Pomona Sprite, contornata da numerose piante, tra cui le famose mandragole.

Un'attrazione davvero particolare è il campo da quidditch, dove è possibile ammirare la famosa Nimbus 2000 e si può lanciare la pluffa negli anelli.

Superato il campo, si arriva alla capanna di Hagrid, per poi ritrovarsi nella Foresta Proibita. Dopodiché, la mostra assume una certa forma di "oscurità": si giunge, infatti, nella parte dedicata alla figura di "colui che non deve essere nominato", alias Lord Voldemort, in cui è possibile vedere tutti i cimeli appartenuti al più famoso mago oscuro, tra i quali, ovviamente, figurano i famosi Horcrux in cui suddivise la sua anima.

Fino a quando la mostra sarà aperta?

L'evento è partito ufficialmente il 12 maggio [VIDEO], e sarà visitabile fino al 9 settembre. Insomma, se siete appassionati del genere, questa può essere una bella opportunità per ritrovarvi a contatto con il magico mondo di Harry Potter. Certo, non sarà Hogwarts, ma circondati dalle atmosfere della mostra, sarà possibile fantasticare con la mente e immaginare di essere proprio lì, tra i banchi della scuola, ad imparare nuovi incantesimi.