Emis Killa è considerato uno dei maggiori esponenti della musica Rap in Italia. Diverse sue canzoni hanno conquistato le vette di tutte le classifiche nazionali. Attualmente, il rapper di Vimercate è tornato a primeggiare sulle classifiche FIMI e di Spotify con il suo nuovo singolo, "Rollercoaster". Sulla piattaforma digitale, il brano si trova nelle "Top 50 Italia" ormai da qualche settimana. La canzone ha riscontrato un successo specialmente sui social, in particolare Instagram, dove spopolano video di ragazze e ragazzi che ballano sulle note del nuovo pezzo di Emis Killa.

Emis Killa su Instagram

Sull'hashtag #ROLLERCOASTER si annoverano migliaia di video di ragazze, spesso poco vestite, che ballano il pezzo atteggiandosi come meglio credono.

Molte di queste Instagram Stories vanno poi a finire sul profilo di Emis Killa, che re-posta quelle per lui migliori, sia come immagine che come qualità di danza (spesso dei Twerking). E' proprio per tali immagini sensuali che molti utenti hanno appellato il profilo di Emis come una sorta di "sito pornografico". Ovviamente il diretto interessato non è d'accordo con tale affermazione ed in un paio di storie IG ha voluto dire la sua in merito all'argomento, trovando l'appoggio anche di diverse pagine famose [VIDEO] su Instagram che sostengono che ognuna è libera di svestirsi, come altri di non guardare. Ma veniamo alle parole del rapper.

La risposta su Rollercoaster

'Se mandate dei video in cui ballate, possibilmente bene, non fa nessuna differenza che siate vestite o meno', cosi esordisce Emis in una storia IG rispondendo ad una serie di commenti.

'Visto la scarsa quantità di video "validi" devo un pò annacquare la minestra mettendoci dentro di tutto' prosegue il rapper sottolineando che 'se trova dei video nei quali non si balla e non si vede nemmeno un labiale, la precedenza è per quello di una ragazza appariscente'. Il rapper di Vimercate ha tenuto però a precisare: 'è brutto che delle donne continuino a dare delle tr*** ad altre, non è carino, peggio; queste ragazze possono essere definite al massimo esibizioniste e non c'è nulla di male ad esserlo... c'è tanta ipocrisia nei commenti che leggo'. Insomma, l'autore del brano che sta raccogliendo migliaia di visualizzazioni [VIDEO] e condivisioni un pò ovunque ha tenuto a dire la propria opinione sulla questione Instagram, un vero e proprio palcoscenico di polemiche.