Questa mattina si è spento l'imitatore Franco Rosi, con lui se ne va la voce del "Telegattone" il popolare cartoon legato al famoso proramma anni '80 e '90 "Superclassifica Show". L'attore e fantasista, a volte anche cantante, è morto in ospedale a Magenta, in provincia di Milano: il suo vero nome era Emilio Eros De Rosa ed aveva 75 anni. Al suo capezzale la moglie Carmen ed i quattro figli, Selina (che ha annunciato ai media la morte del padre), Ambra, Aton e Jil.

Allievo di Noschese

Franco Rosi ha avuto un grande maestro in Alighiero Noschese, il più grande imitatore italiano di tutti i tempi, ed ha raggiunto la fama dando la voce al gatto che è entrato nelle case degli italiani, il supertelegattone Oscar di Superclassifica Show.

Pubblicità

Il nome d'arte di Rosi fu scelto da Cino Tortorella, il Mago Zurlì dello Zecchino D'Oro, con il quale fece i primi passi come imitatore.

Oltre al Telegattone prestò la sua voce anche ad un altro elemento animato del programma di Fininvest (la futura Mediaset), la palla stroboscopica umanizzata chiamata " DJ Super X" nello stesso programma di classifiche settimanali.

Rosi si cimentava nelle imitazioni di attori celebri come Franco Franchi ed Enrico Montesano, registi come Luciano Salce e cantanti come Fred Bongusto, Morandi e Pupo.

Spesso imitava il grande conduttore Mike Bongiorno, con il quale aveva lavorato dal 1964 in "'La fiera dei sogni". La collaborazione con il presentatore proseguì con "Flash" ed in seguito con "Giromike". Franco Rosi aveva lavorato anche al fianco di Raimondo Vianello in "Tante scuse", in cui faceva la parodia del telecronista Adriano De Zan.

Il Telegattone e la palla DJ di Superclassifica Show

La voce di Rosi ha dato vita, oltre al famoso gatto Oscar, anche alla palla da discoteca con fattezze umane, DJ SuperX.

Pubblicità

La palla, semplicemente una stroboscopica con un volto umano ed un microfono, era ottenuta da un effetto speciale: si faceva indossare a Sandra Brianza, una dei produttori del programma, un cappuccio verde ed utilizzando l'effetto speciale del Chroma Key, si introduceva l'immagine della sfera di specchi al posto del volto lasciando visibili solo occhi e bocca. A dare la voce alla palla DJ era appunto Franco Rosi, che per anni diventò un pilastro di Superclassifica Show, il programma musicale che ogni settimana dettava le classifiche di vendita dei dischi, condotto da Maurizio Seymandi ed abbinato al settimanale TV Sorrisi e Canzoni.