Un giocattolo per donare un sorriso a quei bambini meno fortunati, per una befana sicuramente di solidarietà e una “calza” più gioiosa. È "Il Giocattolo…in Corsa”, la gara podistica che si è svolta oggi, 5 gennaio, nel centro di Palermo.

La corsa verso le braccia dei bimbi

La manifestazione, sotto l’egida dell’ACSI Delegazione Area Metropolitana Sicilia Occidentale è stata organizzata dall’ASD Gruppo Sportivo Polizia Municipale di Palermo con la fondamentale sinergia con il Cral Inps Palermo, il Cral Dipendenti del Comune di Palermo e il patrocinio dell’amministrazione comunale del capoluogo siciliano.

I numeri

Il cuore dei podisti ha battuto forte e a fronte di quasi 200 atleti al via, sono stati raccolti qualcosa come 700 giocattoli.

A vincere la fase agonistica sono stati, tra gli uomini, Somalia Diakite, under 23 dell’Atleta di Palermo e Barbara Bennici palermitana tesserata per la campana Caivano Runners.

Diakite ha chiuso i 10 chilometri del percorso che si sviluppava lungo il viale della Libertà, in 34’51, alle sue spalle (mai domo e sempre in gara) l’esperto Filippo Lo Piccolo (Monti Rossi Nicolosi) in 35’23, terzo il giovanissimo atleta del Cus Palermo Riccardo Mauthe in 38’03.

Tutto facile per la Bennici che ha fermato il crono su un “comodo” 41’31.

Alle sue spalle con un distacco di quasi quattro minuti, è giunta Simona Sorvillo (Palermo City Runners) in 45’22, terza, di un soffio, Laura Gambino (Universitas Palermo) in 45’28. A seguire la non competitiva aperta dalla handbike di Salvo Campanella.

Da Roma con amore

Parafrasando la celebre pellicola di Woody Allen, la manifestazione, di oggi “figlia” di quella che da 44 anni si svolge a Roma (Corsa del Giocattolo) è arrivata per la prima volta a Palermo, grazie al suo organizzatore Vittorio Finamore, presidente del Cral Inps di Palermo: “Siamo partiti tardi nell’organizzazione ma la risposta dei “podisti” è stata più che soddisfacente.

Nei prossimi giorni controlleremo i giocattoli ricevuti (saranno donati solo quelli in perfetto stato n.d.r.) e successivamente verranno individuati gli istituti d’infanzia abbandonati, gli ospedali pediatrici e le case famiglia dove convogliare i doni”.

Un’edizione zero per “Il Giocattolo …in Corsa” made in Palermo ma che guarda già al prossimo anno con fiducia e rinnovato ottimismo sulla rotta di quell'amore che lega lo sport alle tematiche sociali che, in questo caso, si rivolgono ai bambini ospedalizzati.

Un bel regalo per l'Epifania che possa lasciare un segno più profondo e duraturo e che possa porre i prodromi per un futuro più bello, più positivo e più giocoso per i bimbi, ma anche per gli adulti.

Segui la pagina ESports
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!