Non è andato giù a Morgan il gran rifiuto ricevuto da Achille Lauro e Boss Doms, che subito dopo il Festival di Sanremo, stando a quanto riferito dal cantautore lombardo, avrebbero declinato l'invito a realizzare un remix dell'ormai popolarissimo brano 'Sincero', portato a Sanremo assieme a Bugo, o meglio, un remix dell'ormai popolarissima versione 'rivisitata' del pezzo, cantata sul palco dell'Ariston con il testo del brano 'ribaltato', trasformato da Morgan in una sorta di dissing al partner sanremese con cui aveva appena litigato dietro le quinte.

Morgan critica Achille Lauro: 'La provocazione si fa con il pensiero, nel suo caso manca del tutto'

Morgan, nel corso di un'intervista pubblicata nella tarda mattinata di oggi, 24 febbraio 2020, si è infatti scagliato ripetutamente contro i due artisti romani. Lo ha fatto inizialmente respingendo nettamente un paragone tra i binomi artistici "Lauro & Doms" e "Morgan & Andy". Queste le sue parole: "Sembrano noi? Sì certo, noi quando andavamo a scuola alle elementari, con le tutine. Cosa avrebbe mai fatto di così tanto provocatorio Lauro al Festival?

La vera provocazione si fa con il pensiero, e quello manca del tutto".

'Io li ho difesi anche se era chiaro a tutti che il pezzo parlasse di droga'

A questo punto l'intervistatore ha incalzato Morgan, domandandogli se fosse ancora indispettito nei confronti di Achille Lauro e Boss Doms per via del rifiuto alla collaborazione. L'ex giudice di X Factor ha confermato questa sensazione: "Avevo proposto il remix a Boss Doms – ha spiegato Morgan – ma lui ha risposto che non voleva entrare in queste cose da 'trash italiano'.

E allora sai che ti dico? Che è ovvio che il testo di Rolls Royce (brano portato da Achille Lauro e Boss Doms a Sanremo nel 2019, accusato da Striscia La Notizia di essere in realtà un inno all'ecstasy) parlasse di droga, nonostante questo io mi sono preoccupato di difenderli. Lo avevamo capito tutti parlasse di droga. Io sono comunque stato l'unico, nonostante i trascorsi diffamatori che ho sull'argomento, ad essermi messo in mezzo per difenderli e dargli supporto.

E loro due che fanno? Mi trattano in questo modo? Questa è la gratitudine. Ho comunque trovato una spiegazione: da un punto di vista musicale sono ancora alle elementari, quindi non in grado di fare alcuni ragionamenti [...] quando realizzeranno che un anno fa gli ho fatto un favore, forse capiranno come mi hanno trattato ora".

Morgan riaccende la polemica sul testo di Rolls Royce

Parole dure quelle di Morgan, che vanno a riaccendere una discussione su un brano di un anno fa, che sembrava essere ormai sopita. Molti infatti, anche tra i detrattori della prima ora del pezzo, si erano ormai convinti del fatto che il testo della canzone non facesse in realtà alcun riferimento alle sostanze stupefacenti.

Difficile prevedere cosa accadrà ora, se Achille Lauro e Boss Doms vorranno replicare in qualche misura o meno.

Nel corso dell'intervista Morgan ha ovviamente toccato più volte la questione dello scontro con Bugo a Sanremo, ribadendo a chiare lettere che nulla sarebbe stato premeditato o orchestrato a tavolino, come ipotizzato nelle ultime settimane da qualche commentatore.

Segui la nostra pagina Facebook!