La questione LGBT in Russia sembra essere particolarmente spinosa. Capita sovente infatti che gli adattamenti cinematografici subiscano modifiche dal forte retrogusto di censura: nemmeno i film della Disney adesso passano inosservati al sempre vigile occhio statale che questa volta si è abbattuto sulla pellicola ‘Onward-oltre la magia’.

Uscirà nelle sale il 16 aprile 2020 ‘Onward-oltre la magia’

Ian è un ragazzo che non ha mai avuto l’opportunità di conoscere suo padre, morto prima che nascesse. Nel giorno del suo sedicesimo compleanno, però, riceverà un regalo inaspettato: un bastone magico.

Da qui inizierà l’avventura del giovane per cercare di riportare in vita il padre anche se, sfortunatamente, per un tempo limitato.

È un film toccante e allo stesso tempo divertente l’ultima novità in casa Disney Pixar, pellicola ambientata in un mondo immaginario dove unicorni, orchi e folletti vivono in armonia. Ma Onward si presta ad essere molto di più di un semplice minestrone di creature magiche e rappresenta anche una chiara svolta per la comunità LGBT che per la prima volta vede introdurre un personaggio dichiaratamente gay: la poliziotta Specter.

Questa novità pare però non arriverà in Russia, dove The Moscow Times rivela che il personaggio subirà significativi cambiamenti.

Una storia vera

La pellicola è ispirata alla vera storia dell’animatore e regista pixar Dan Scanlon che dovette affrontare il difficile lutto del padre (avvenuto quando aveva soltanto un anno) insieme al fratello. Tra le altre cose Dan Scanlon ha anche lavorato allo storyboard di ‘Cars-Motori Ruggenti’, in ‘Toy Story 3’ e alla regia per ‘Monsters University’.

Il film venne annunciato nel luglio 2017 alla D23 Expo, l’evento fieristico della Disney che si tiene ogni due anni per festeggiare il suo fanclub. Nella versione originale saranno Tom Holland (la star di Spider-Man) e Chris Pratt (Star-Lord nei Guardiani della Galassia) a dare le voci rispettivamente a Ian e Barley.

Mentre nella versione italiana i due fratelli saranno doppiati da Alex Polidori e Andrea Mete, Sabrina Ferilli sarà la madre Laurel mentre Fabio Volo darà la voce al padre.

Il grande entusiasmo per la novità in casa Disney sembra però in parte frenato in Russia dove la decisione d’introdurre un personaggio LGBT ha fatto storcere il naso.

A quanto si legge, la piccola scena con il personaggio Specter è stata modificata cambiando la frase dall’inglese al russo. The Moscow Times riporta che la parola “fidanzata” (rivolta alla compagna della poliziotta Specter) è stata cambiata in “partner”. Non sarebbe neanche la prima volta che ciò accade, una situazione simile si era già creata per Avengers: Endgame.

Nonostante le modifiche il film rappresenterà sicuramente un piccolo tassello per i tanti giovani (e non) che si rivedranno nei personaggi ed una buona occasione per ricordare, a tutti, l’importanza della famiglia (sia essa di qualsiasi sesso e genere) e degli amici.

Segui la nostra pagina Facebook!