Questa sera, mercoledì 3 marzo, andrà in onda su Rai 1 la seconda serata della 71^ edizione del Festival di Sanremo, in cui si esibiranno gli altri 13 cantanti in gara, dopo quelli saliti sul palco martedì. Tra questi ci sarà anche Irama, che aveva rischiato di non poter partecipare dopo la positività al Covid-19 di due suoi collaboratori.

Infatti il cantante, anche se è risultato negativo a due tamponi, dovrà osservare la quarantena. Ma grazie alla modifica del regolamento chiesta da Amadeus e che ha ricevuto il "via libera" da parte delle case discografiche dei vari artisti del Festival, Irama può rimanere in gara, anche se non si esibirà fisicamente all'Ariston.

Infatti verrà mandata in onda l'esibizione registrata dal cantante in occasione della prova generale dei giorni scorsi.

Irama resta in gara, ma non si esibirà dal vivo

Fondamentale è stato il sì delle case discografiche degli altri artisti in gara per la modifica del regolamento dell'edizione in corso del Festival di Sanremo.

A tal proposito Irama ha affermato: "La cosa più importante è la salute e sono felice che tutti stiano bene. Questa è la prima cosa di cui tutti ci siamo preoccupati". Il cantante ha aggiunto di essere grato ad Amadeus, ai suoi colleghi e alla Rai che gli hanno dato la possibilità di restare in gara per concorrere alla vittoria finale. Allo stesso tempo però il giovane artista si è detto molto dispiaciuto, in quanto dopo aver lavorato per diversi mesi, ci teneva ad esibirsi dal vivo.

La modifica del regolamento del Festival di Sanremo

In un primo momento il vicedirettore di Rai 1 aveva detto che - a norma di regolamento - Irama si sarebbe dovuto ritirare, in quanto i soggetti stati a contatto con un positivo delle ultime 48 ore, devono osservare una quarantena.

Poi però il direttore artistico e conduttore Amadeus che ha pensato di chiedere a tutti gli artisti di tenere in gara Irama, mandando il video della prova generale.

Infatti - secondo il conduttore - non cambierebbe nulla, visto che il pubblico all'interno del teatro Ariston non è presente. Alla fine è arrivato l'ok, anche in considerazione del periodo particolare che il mondo musicale e dello spettacolo stanno attraversando.

Quindi il regolamento della 71^ edizione del Festival di Sanremo è stato modificato, ed è stato introdotta la regola che ammette la partecipazione alla gara anche degli artisti impossibilitati a presenziare di persona, a causa di restrizioni sanitarie legate al coronavirus, attraverso registrazioni audio/video di una precedente esibizione avvenuta nel Festival (prove generali o una precedente serata della kermesse).

Segui la pagina Festival Sanremo
Segui
Segui la nostra pagina Facebook!