Come sappiamo, l'urina è composta principalmente da acqua, circa il 95 per cento. Mentre il restante cinque per cento è rappresentato da un mix di sostanze organiche di rifiuto e di sali inorganici. Inoltre, l'esperienza insegna che i risultati ottenuti nelle complesse analisi di laboratorio possono rivelare inattesi degradi che riguardano il benessere del nostro organismo.

Tuttavia, e ancora prima che l'urina venga analizzata, il suo particolare colore difficilmente sfugge all'occhio sopraffine della competenza medica.

Non perdere gli ultimi aggiornamenti Segui il Canale Curiosità

In effetti, scorgendo rapidamente un eventuale campione, l'esperto potrebbe prendere in considerazione i diversi fattori che possano aver contribuito a stabilire una determinata colorazione.

Riflesso delle nostre abitudini

Generalmente l'urina acquisisce una particolare tonalità gialla dovuto alla urobilina, sostanza prodotta dalla rottura di vecchi globuli rossi. Ma a seconda del nostro stile di vita e dall'aggressività di alcuni fattori esterni questo colore potrebbe apparire più o meno intenso. A tal proposito, alcune particolari malattie o la semplice assunzione di determinati cibi e farmaci potrebbero conferire all'urina sfumature grigie, ambrate, blu, e anche verdi. Ad esempio, una certa torbidezza e una colorazione che tende al rosso indicherebbe potenziali complicazioni renali o cardiache. Oppure, la mera conseguenza dell'avere ingerito della classica betanina contenuta nelle innocue barbabietole.

Ecco più dettagli sulle varie tonalità.

Non solo odore e consistenza

Come dicevamo il colore della propria urina è strettamente collegato sia allo stile di vita assunto che a eventuali malattie nascoste.

I migliori video del giorno

Al riguardo, anche il fegato meriterebbe una adeguata attenzione nel caso si riscontrasse una tonalità che tende al marrone-arancio. E in particolare modo se l'urina è accompagnata da feci chiare. D'altro canto, e mentre la presenza di colorazioni verde e blu potrebbero indicare una sospetta mancanza di calcio o di un'infezione batterica, anche il rilascio eccessivo di schiuma giocherebbe un ruolo assai importante.

Infine, se l'urina chiara e trasparente è sinonimo di troppa idratazione, quella gialla oscura o ambrata rappresenta esattamente il contrario. Secondo gli esperti infatti, il colore ideale che caratterizza una buona salute è tra il giallo chiaro e il paglierino.