In questi ultimi giorni non si fa altro che parlare del tanto atteso gioco di ruolo harry potter: Hogwarts Mystery. Il gioco è stato sviluppato da Jam City ed è stato pubblicato da Portkey Games lo scorso 25 aprile 2018. Gli avvenimenti si svolgono nell'amatissima scuola di magia e stregoneria di Hogwarts prima degli eventi trattati nei romanzi dell'inglese J. K. Rowling, con un protagonista personalizzabile.

Nonostante le recensioni positive un grosso problema è subito emerso dalla critica degli utenti: l'energia è sufficiente a giocare per non più di una manciata di minuti, dopodiché è necessario attendere ore o acquistare nuova energia tramite le tanto odiate microtransazioni!

Come ovviare al problema?

Nonostante non esista un modo per recuperare l'energia più velocemente, nel corso del primo anno ad Hogwarts si può racimolare un po' di energia semplicemente esplorando la scuola! Su ogni piano infatti, per ben due volte al giorno, è possibile trovare energia extra da poter utilizzare per completare le vostre missioni.

  • Torri Est: pochi se ne saranno accorti, ma il quadro situato sulla sinistra dell'aula incantesimi è vuoto. Cliccando sul quadro una giovane ragazza vestita di bianco riempirà la cornice regalandovi un'energia.
  • Torri Occidentali: ancora una volta un quadro, questa volta situato sulla destra della Sala comune di Grifondoro vi regalerà un bonus di energia.
  • Piano Inferiore - Ovest: la fiamma sulla colonna alla destra della Sala Grande è spenta. Anche in questo caso, provate ad accenderla cliccandoci su e riceverete un'energia.
  • Sotterranei: un elfo domestico (forse Dobby?) riposa appoggiandosi ad una delle colonne vicino alle cucine situate nei sotterranei. Cliccate sull'elfo e avrete ancora energia da utilizzare!
  • Giardini del Castello: di fronte alla capanna di Hagrid e sulla destra rispetto al Salice Schiaffeggiante troverete un piccolo ramoscello abbandonato. Cliccandoci su arriverà di corsa Thor (il cane da caccia e da compagnia di Hagrid) che vi regalerà un'ulteriore energia.

Il primo anno ad Hogwarts

I primi 10 capitoli che compongono il primo anno nella scuola di magia e stregoneria di Hogwarts sono piuttosto semplici da superare e forse un po' ripetitivi: il personaggio, personalizzabile da ogni giocatore, riceve la lettera di Hogwarts, entra nella scuola di magia, viene smistato in una delle 4 case (se di smistamento si può parlare dato che è l'utente a scegliere la propria casa) e inizia la sua vita nella scuola, tra le lezioni di Pozioni, Incantesimi e Volo, le missioni secondarie da integrare e la ricerca delle Sale Maledette per ritrovare il fratello perduto.

All'inizio il gioco sembra davvero bello e interessante ma con il passare del tempo ci si accorge presto che in realtà non è poi nulla di speciale. I professori ripetono le stesse battute ad ogni nuova lezione, i movimenti dei personaggi e le espressioni del viso sono sempre identiche, le possibilità di perlustrazione della scuola e interazione con gli altri personaggi sono davvero limitate e le traduzioni in lingua italiana lasciano molto a desiderare.

Se aggiungiamo poi il fatto che l'energia non è mai sufficiente per completare le azioni desiderate, non è difficile profetizzare che questo gioco potenzialmente splendido cadrà ben presto nel dimenticatoio.

Segui la nostra pagina Facebook!
Leggi tutto